Davide Luciani
No Comments

Fantacalcio, consigli mondiali: Messi-Ronaldo-Costa, attacco flop

Nei nostri consigli di fantacalcio per i mondiali, non ci convince il tridente che ha dominato in Liga, che, a nostro giudizio, potrebbe rivelarsi un flop

Fantacalcio, consigli mondiali: Messi-Ronaldo-Costa, attacco flop
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il mondiale è alle porte e, con esso, torna anche il fantacalcio. Non è facile comporre una squadra in grado di vincere, anche perchè c’è l’incognita dell’eliminazione diretta. Noi ci proveremo, indicando tre top e tre flop nei ruoli chiave.Patiamo quindi nella nostra analisi.

Julio Cesar con la maglia dell'Inter

Julio Cesar, possibile top Mondiale nel fantacalcio

PORTA TOP – Scelte difficili qui perchè vanno considerati il calendario e gli eventuali accoppiamenti. Partendo dal grado di difficoltà del girone e da quello di forza della squadra i nostri tre nomi top sono Courtois, Julio Cesar e Begovic. Il motivo di queste scelte è presto spiegato. Con Julio Cesar andiamo sul sicuro: il girone del Brasile non è impossibile e, almeno nelle prime tre gare, non dovrebbe subire granchè. Inoltre, l’ex portiere dell’Inter è protetto da una coppia centrale di tutto rispetto. Courtois, invece, è uno di quei giocatori in grado di regalare quel surplus in termini di voti. Il Belgio è inserito in un girone abbordabile, ha una squadra solida e si candida ad essere una sorpresa del mondiale. In queste condizioni, non si può non puntare su di lui. Sicuramente la scelta più clamorosa è quella di Begovic. In questo caso puntiamo sulla pochezza dei rivali. E’ vero, la Bosnia è inserita nel gruppo con l’Argentina, ma le altre due avversarie si chiamano Iran e Nigeria, entrambe non irresistibili. Noi partiamo poi, dal presupposto, di non considerare l’Argentina una delle favorite e questo vuol dire, che anche il passaggio del turno come prima è in discussione. Visto che, negli ottavi, l’avversario sarà uno tra Svizzera, Francia, Honduras e Ecuador, la sorpresa potrebbe essere dietro l’angolo.

PORTA FLOP – Tra i flop, in porta, mettiamo, invece Vorm, Lloris e Romero. I titolari di Olanda, Francia e Argentina non convincono per diversi motivi. Anzitutto non sono affidabili dal punto di vista personale. Si tratta, infatti, di tre giocatori soggetti a topiche clamorose. Le difese che li proteggono, poi, sono tutt’altro che affidabili. Il rischio di figuracce doppie (in termini di voti bassi e gol subiti) è dietro l’angolo.

DIFENSORI TOP – In difesa, il top dei top, secondo noi, è rappresentato da Philip Lahm. Scelta tra le più scontate senza dubbio, ma non si può non prendere un giocatore totale del suo livello, in grado di regalare buoni voti e bonus. Con lui, occhio a Vertonghen. Il centrale del Tottenham può essere letale sui calci da fermo e questa potrebbe essere un’arma particolarmente sfruttata dai belgi. Sempre per andare a caccia di bonus, occhio a Cahill. Tutti dicono che l’Inghilterra non è granchè, ma noi ci puntiamo (e pazienza per l’Italia). Quindi fateci più di un pensiero. Il gigante del Chelsea potrebbe fruttare parecchio. Visto che ci siamo facciamo anche il nome di una possibile sorpresona: Uchida del Giappone. Tutti i fan del paese nipponico puntano su Nagatomo, ma, secondo noi, il difensore dello Shalke può rendere di più, proprio perchè meno atteso. Il girone del Giappone, poi, invita all’ottimismo.

DIFENSORI FLOP – Passiamo ora ai flop. Il primo nome che ci viene è quello di Chiellini. Chiamateci antinazionalisti, ma, ad oggi, non si capisce quale sia l’assetto difensivo azzurro: il Chiello verrà schierato centrale o a sinistra? E, nella prima ipotesi, chi gli giocherà al fianco? Domande, che, al momento, non hanno risposche, ci spingono a sconsigliarlo. Altro flop potrebbe essere Sergio Ramos. Stagione strepitosa, quella dello spagnolo, ma anche logorante. Siamo poi, così sicuri che la Spagna avrà la forza mentale per arrivare in fondo ad un altro mondiale? Il rischio è grosso, specie perchè, c’è il rischio di incrociare subito il Brasile agli ottavi. Infine, lasciate perdere Federico Fernandez. L’Argentina, come spiegato, dietro è fragilissima e il difensore del Napoli è uno degli anelli più deboli.

CENTROCAMPISTI TOP – Difficile fare solo tre nomi top in una così elevata abbondanza. Noi non rinunceremmo per nessun motivo a Cuadrado, Muller e Pogba, tre che, secondo noi, ripeteranno al mondiale ciò che hanno fatto nei rispettivi club. Ovvio che, in termini di sorprese, come si fa a non nominare Januzaj (più del compagno di squadra Hazard perchè meno mediatico dal punto di vista fantacalcistico), Hajrovic (uno che  merita più del Galatasaray) e  il nostro Verratti (che si sta lentamente prendendo l’Italia)?

CENTROCAMPISTI FLOP  – Per i flop è più facile. Snejider,Ribery e Xavi sono i nostri “preferiti” a floppare. Nessuno mette in dubbio il lro valore in termini assoluti, ma convivono tutti con acciacchi fisici e in un torneo serrato come quello del mondiale e, soprattutto, in un ambiente torrido, avranno parecchie difficoltà secondo noi.

ATTACCO TOP  – Tra i top ci buttiamo sul sottovalutato Lukaku (di cui Mourinho non ha capito un granchè), che, a nostro giudizio, sarà una delle rivelazioni. Nel Brasile, diciamo Fred più di Neymar. Il centravanti ex Lione non sarà granchè dal punto di vista estetico, ma, nel Brasile ha sempre fatto faville e, se si punta sui verdeoro, non si può prescindere da lui. Infine, occhio a Jackson Martinez. La Colombia ha perso Falcao, ma l’attaccante del Porto potrebbe non farlo rimpiangere.

ATTACCO FLOP – Le vere bombe le abbiamo riservate per i flop: Messi-Ronaldo-Diego Costa. Chiamateci pazzi, dateci degli scemi, ma, il trio che ha dominato in Spagna in termini di gol, è il nostro candidato a flop nel mondiale. Tutti e tre vengono da ripetuti problemi fisici, ma non solo. Argentina e Portogallo sono poca cosa a livello di organico. Molto meglio la Spagna, ma come si inserirà Diego Costa in un meccanismo consolidato da anni e anni di successi? Il prezzo dei tre, non vale il rischio.
Queste sono le nostre scelte.Solo il campo dirà se siamo stati pazzi o visionari.

Davide Luciani

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *