Alex Rivolta
No Comments

Juventus, tra rivoluzione tattica e mercato

La Juventus è pronta ad abbandonare il 3-5-2 per passare ad una difesa a 4 più europea, che obbliga però i bianconeri a tornare sul mercato

Juventus, tra rivoluzione tattica e mercato
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La Juventus ha deciso di adeguarsi ai top club europei e in estate punterà ad acquistare giocatori adatti soprattutto al 4-3-3, modulo già utilizzato da Conte a Torino nella prima parte della stagione 2011/2012.

LE ALI – Nel 352 del tecnico leccese tra i pilastri inamovibili troviamo sulle ali il ghanese Kwadwo Asamoah a sinistra e lo svizzero Lichtsteiner sulla corsia di destra. Il 25enne africano ex udinese da quando è arrivato a Vinovo ha subito una vera e propria evoluzione ed è stato plasmato come esterno da Antonio Conte dopo che la sua esplosione in friuli era arrivata nel ruolo di centrocampista centrale. Nel biennio bianconero “Asa” è riuscito ad applicarsi al meglio sia in fase offensiva che in quella difensiva migliorando partita dopo partita sia nelle diagonali difensive che in generale in tutto ciò che riguarda i compiti di copertura che gli venivano assegnati. Proprio per questo fa ben sperare un suo possibile adattamento come terzino basso, ruolo che ha già ricoperto saltuaramente a gara in corso quando Conte decideva di giocare a 4, con l’obbiettivo di ripercorrere le orme in bianconero di Gianluca Zambrotta che una decina di anni fa subì, con successo, la stessa trasformazione con Marcello Lippi. Non preoccupa invece il ritorno a 4 per Stephan Lichtsteiner che è nato come terzino e li ha raggiunto la popolarità con la maglia della Lazio. Lo stesso svizzero in un’intervista pochi mesi fa ha dichiarato di preferire il ruolo di terzino sentendolo più affine alle sue caratteristiche.

Leonardo Bonucci alla Juventus dal 2010

LEONARDO BONUCCI – Un altro dei dubbi da dirimere quest’estate sarà quello legato a Leonardo Bonucci. Il centrale nato a Viterbo nella Juventus ha già giocato in una difesa a 4, nella sfortunata stagione sotto la guida di Gigi Delneri, non riuscendo a brillare come invece ha fatto nel triennio che si è appena concluso e che lo ha visto affermarsi come titolarissimo della difesa a 3 bianconera.

LE ALTERNATIVE DAL MERCATO – La Vecchia Signora però sta già sondando il mercato per cercare eventuali alternative a questi giocatori o semplicemente per regalarsi dei cambi affidabili in vista della lunga stagione che dovrà categoricamente vederla protagonista sia in Italia che in Europa. Per la fascia destra c’è stato un ritorno di fiamma per Daryl Janmaat, olandese che vedremo al mondiale e che Fabio Paritici seguirà con attenzione domani nell’amichevole tra gli Oranje e il Galles, il giocatore interessa molto anche al Napoli. Per quanto riguarda invece la corsia sinistra, ieri a margine della Unesco Cup che ha visto affrontarsi le leggende Bianconere e quelle del Real Madrid, la due società hanno parlato oltre che di Alvaro Morata, che rimane in orbita Juve per l’attacco, anche di Marcelo. Il terzino sinistro brasiliano sembra infatti essere il preferito di Antonio Conte per il ruolo. Tra i centrali di difesa i nomi sul taccuino di Beppe Marotta sono diversi ma in pole position sembra rimanere Gabriel Paletta del Parma, fresco di convocazione con la maglia azzurra per il mondiale brasiliano.

Alex Rivolta 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *