Luca Parenti
No Comments

Giro d’Italia 2014: presentazione della ventunesima tappa

Ormai i giochi sono fatti, c’è un vincitore finale, ma i veri campioni sono tutti i corridori che hanno affrontato questo Giro d’Italia 2014

Giro d’Italia 2014: presentazione della ventunesima tappa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Nacer Bouhanni si conferma il re delle volate di questo Giro

Nacer Bouhanni si conferma il re delle volate di questo Giro

Classica passerella finale, dove il gruppo rimasto in gara arriverà nella città di Trieste per omaggiare il vincitore di questa 97esima edizione della corsa rosa, non sapendo che i veri eroi sono tutti loro, avendo affrontato tutte le insidie peggiori che potevano capitare, neve, pioggia, vento, e forse anche qualche incomprensione con la giuria e il regolamento stesso.

GEMONA DEL FRIULI – TRIESTE: 172 KM – si parte dalla cittadina distrutta nel 1976 da un terribile terremoto e dopo circa 22 chilometri verrà affrontato l’ultimo Gran Premio della Montagna di questo Giro d’Italia, e sarà di 4° categoria, il Passo di Monte Croce, una salita lunga 1.3 km con pendenza media del 4% e una massima dell’8 per un totale di 256 metri di altitudine. Scollinata questa montagna sarà un continuo scendere per circa 65 chilometri dove verranno passate le città di Cividale Del Friuli, Capriva del Friuli, Gradisca d’Isonzo e Monfalcone dove è posto il rifornimento di questa frazione. Attraversata la città di Miramare, il gruppo entrerà in Trieste, dove affronterà un circuito lungo 7 chilometri per ben otto volte di fila, ma al quinto passaggio sul traguardo, verrà effettuato lo sprint del traguardo volante; in questo circuito ci sarà una breve ascesa con delle pendenze medie del 5-6%. Vialoni larghi con sedi stradali appena asfaltate permetteranno al gruppo, ma soprattutto alle migliaia di tifosi di godersi lo spettacolo finale di questo Giro d’Italia 2014.

La partenza da Gemona del Friuli è stata fissata per le ore12.35, mentre l’arrivo a Trieste è stato calcolato intorno alle 17.00 – 17.30.

I FAVORITI – Tappa totalmente pianeggiante se non addirittura in discesa, quindi il candidato principale alla vittoria è sicuramente il velocista Nacer Bouhanni, che vorrà sicuramente centrare il poker in questa competizione, ma come sempre dovrà vedersela con i soliti velocisti rimasti nel plotone, Nizzolo, Viviani, Farrar, Ferrari, Sonny Colbrelli, Swift e Francisco Ventoso.

Luca Parenti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *