Kevin Brunetti
No Comments

Giuseppe Rossi, il suo Mondiale si decide stanotte

I dubbi di Prandelli sulla solidità fisica di Rossi rendono Pepito un possibile ''tagliato'', e la sfida con l'Irlanda sarà fondamentale per il suo Mondiale

Giuseppe Rossi, il suo Mondiale si decide stanotte
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

”Giuseppe ha superato tutti i test fisici dal punto di vista fisico e psicologico, dobbiamo capire se affronta la partita senza timori. Si è preparato bene per questa partita e sa che deve abbattere le paure, domani è come se si giocasse la prima partita del Mondiale”.

Le parole di Prandelli sono chiare, il CT vuole portare Giuseppe Rossi a Rio, ma ha bisogno di risposte dal campo che possano garantirgli la tenuta di Pepito.

RECUPERO – Dopo l’infortunio risalente al contrasto di Rinaudo a Gennaio Rossi ha affrontato un paio di mesi bui, ma il peggio sembra passato. Pepito è tornato in campo in finale di Coppa Italia contro il Napoli, da quel momento in poi Montella è stato bravissimo a consentirgli un rientro graduale in squadra. Prima venti minuti, poi trenta, poi quaranta e infine sessanta, questo è il minutaggio delle partite di Rossi dopo il suo recupero. Il rientro sembra quindi completo, resta solo la prova del nove che sarà rappresentate dalla sfida di stasera contro l’Irlanda. Sfida che come ammesso da Prandelli, per Rossi dovrà essere come la prima partita del mondiale in quanto il ballottaggio per il posto è apertissimo. In più dopo una stagione sfortunata Pepito non vorrà farsi assolutamente sfuggire la sua chance di giocare il mondiale in maglia azzurra.

ATTACCANTI – La concorrenza è agguerrita, Prandelli ha fatto sapere che domani sera sarà svelata la lista dei 23 convocati per Rio, quindi la sfida con l’Irlanda è importantissima per tutti gli azzurri. Con Balotelli sicuro del posto la coppia d’attacco dovrebbe essere composta da Giuseppe Rossi e Ciro Immobile, da entrambi il CT aspetta conferme e entrambi sembrano prontissimi a darle. I più quotati a tornare a casa sembrano essere Insigne e Destro mentre Cassano e Cerci guadagnano sicurezza. Tornando a Rossi, l’italo-americano sul piano tecnico non è inferiore a nessun componente della rosa e Prandelli spera vivamente di poter contare su di lui per la spedizione brasiliana. In ogni caso stasera tutti i nodi (se ci sono) verranno al pettine, l’unica cosa certa è che Rossi vuole esserci e farà di tutto per convincere Prandelli ad includerlo nei 23 definitivi.

Kevin Brunetti (@Kevinbrunetti)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *