Enrico Cunego
No Comments

Playoff Nba: ciclone Westbrook sugli Spurs, ora è 2-2 | Highlights

Grazie ad uno spettacolare Westbrook da 40 punti e 10 assist, i Thunder dominano gara 4 pareggiando la serie. Ora il ritorno in Texas per gara 5

Playoff Nba: ciclone Westbrook sugli Spurs, ora è 2-2 | Highlights
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Alla Chesapeake Arena era in programma gara 4 di questa finale della Western Conference. Dopo aver accorciato le distanze nella gara di domenica, i Thunde erano chiamati ad impattare la serie davanti al proprio caloroso pubblico.

Oklahoma City Thunder – San Antonio Spurs 105-92 (2-2 nella serie)

Missione compiuta, perchè ad OKC gioca un certo Russell Westbrook, che decide di inventarsi una partita stratosferica che consegna ai suoi un comodo successo. 40 punti, 10 assist, 5 rimbalzi e 5 palle rubate per l’eccentrico playmaker californiano, una prestazione pazzesca che lo manda di diritto tra i record-man dei play-off. Aggiungiamoci poi i “normali” 31 punti di Kevin Durant ed i presupposti per una vittoria OKC ci sono tutti. Dall’altra parte gli Spurs non possono nulla contro la corazzata di coach Scott Brooks, che continua a beneficiare del fondamentale rientro di Serge Ibaka, sempre dominante sotto canestro. La partita rimane in equilibrio davvero per poco, con gli Spurs che in apertura di gara scappanao sul 12-4, venendo però risucchiati fino al 26-20 dei Thunder, che chiudono il primo quarto in crescendo. Nel secondo quarto i Thunder cominciano a dilagare con un Westbrook che alza di livello la gara e grazie anche ad Ibaka che fa un’ottima guardia rispetto agli attacchi avversari. Avversari che cercano di restare disperatamente in partita, ma ogni sforzo è vano: con un Westbrook così non c’è nulla da fare e così si arriva alla chiusura del terzo quarto sul punteggio di 83-67 per i Thunder. Greg Popovich capisce che non è serata e cerca di preservare i suoi per le altre sfide facendoli rifiatare, in questo modo giocatori come Marco Belinelli hanno la possibilità di aumentare il proprio minutaggio. 7 punti, 2 assist e 5 rimbalzi in 24 minuti per l’italiano. Nell’ultimo quarto Oklahoma molla un attimo la presa e gli Spurs hanno la possibilità di limitare i danni risalendo fino al -13 finale. Ora si ritorna in Texas per gara -5, con una situazione tornata come all’inizio di queste finali: in totale equilibrio. Con un Westbrook così per OKC è possibile espugnare anche San Antonio, ma la banda di Greg Popovich vorrà assolutamente vendicarsi di questa infruttuosa doppia trasferta. Sarà uno spettacolo da non perdere!

San Antonio: Parker e Diaw 14 punti, Joseph 11 Assist: Duncan e Parker 4 Rimbalzi: Diaw 10

Oklahoma: Westbrook 40 punti, Durant 31 Assist: Westbrook 10 Rimbalzi: Perkins 10

[youtube]http://youtu.be/KZu-FsGfs7c[/youtube]

PAGELLE OKLAHOMA:

Westbrook 10: partita superlativa per l’asso californiano, che mette a referto questi numeri: 40 punti, 10 assist, 5 rimbalzi e 5 palle rubate. Azioni fantastiche come la palla rubata nel secondo quarto a Tim Duncan per andare verso una comoda schiacciata sono da vedere e rivedere. Uomo ovunque in questa gara, decisamente l’MVP di giornata

Durant 8: se al tuo fianco il tuo partner gioca una partita assurda, per forza di cose la tua prestazione viene oscurata. Ma l’MVP della stagione d comunque il suo fondamentale contributo grazie anche a 5 assist, 5 rimbalzi e 3 palle rubate. Nel bene o nel male lui c’è sempre, ricordatevelo.

Ibaka 7,5: è incredibile. Torna lui e per i Thunder sono solo gioie. Dopo la grande gara -3 che ha risvegliato i suoi, si riconferma in questa gara -4 sigillando la difesa e mandando nello sconforto Greg Popovich. 9 punti ed 8 rimbalzi per il congolese naturalizzato spagnolo, che si dimostra ancora una volta leader sotto canestro

Perkins 7: 22 minuti di gioco per il possente centro dei Thunder, che corona la sua buona prestazione con ben 10 rimbalzi. Elemento indispensabile per Scott Brooks

Butler 6: 22 minuti di gioco per l’ala piccola, che mette a referto 4 punti, 1 assist ed 1 rimbalzo

PAGELLE SPURS:

Parker 6,5: assieme al connazionale Diaw è il miglior scorer degli Spurs. Lui prova fino all’ultimo a rimettere in partita i suoi, ma ogni sforzo è vano

Diaw 6,5: come abbiamo già detto, con 14 punti è il miglior top-scorer insieme a Parker. Molto buona la serata a rimbalzo con 10 messi a referto. Una prestazione positiva in questa serata incolore per i suoi

Leonard 6: 10 punti e 5 rimbalzi per il numero 2, che in 24 minuti di gioco registra discreti numeri ma nulla può contro lo strapotere dei Thunder

Parker 5: brutta partita per il mago delle Isole Vergini, autore di una gara anonima con 9 punti, 4 assist ed 8 rimbalzi. Nel finale Popovich lo tiene a riposo, sperando in un suo pronto riscatto nelle prossime gare.

Belinelli 6: in 24 minuti ha tempo di mettersi in mostra con 7 punti, 2 assist e 5 rimbalzi, ovviamente ininfluenti per una riscossa Spurs. Nonostante tutto Marco risponde presente, coach Popovich ne terrà sicuramente conto

STELLE A CONFRONTO – Sfida vinta mani basse dagli assi Thunder Durant-Westbrook, che assieme mettono a canestro 71 punti dei 105 totali di Oklahoma. Detto e ridetto della spaventosa prestazione di RW, anche KD non è stato a guardare ed ha saputo infierire al meglio dei malcapitati avversari. Sul versante Spurs Parker ci ha provato fino all’ultimo ma ovviamente non è bastato, mentre Tony Parker ha vissuto una serata negativa che lo ha visto autore di una prestazione anonima. Solo poco meno di 11 minuti di gioco per Manu Ginobili, risparmiato per la vitale gara -5

MVP SPORTCAFE24 – Ok, ovviamente è scontato: Russell Westbrook da Long Beach. Il numero 0 gioca una di quelle partite che non vorresti finissero mai, regalando giocate e punti che esaltano il già caldo pubblico della Chesapeake Arena. Gara play-off sui livelli di un certo Michael Jordan. Brooks e l’intero stato dell’Oklahoma sperano in altre serata del genere, quelle in cui il giocatore sembra mosso da un’entità divina, tanto è il suo splendore in campo.

Enrico Cunego

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *