Redazione

Euro 2012: Italia, un altro biscotto?

Euro 2012: Italia, un altro biscotto?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Potrebbe ripetersi quando accaduto ad Euro 2004

DANZICA – La difficile situazione in cui l’Italia di Prandelli si è andata a cacciare, ed il conseguente risultato della Spagna con l’Irlanda del Trap rende difficile per gli azzurri l’accesso ai quarti di finale. Si materializza, in  un certo senso il biscotto di Euro 2004, quando Danimarca e Svezia impattarono 2-2 eliminando di fatto l’Italia. Oggi i possibili “pasticcieri” potrebbero essere Spagna e Croazia, entrambe prima nel girone C. A tal proposito ci sono le dichiarazioni del Ct iberico Vincente Del Bosque: “Giocheremo per vincere. Siamo sportivi e non penseremo a farci bastare il 2-2“. Sul fronte croato, ci sono le dichiarazioni, di tutt’altro tono, del difensore Corluka: “Biscotto? Chi ha avuto lo scandalo delle scommesse non può parlare“.

Per l’Italia resta fondamentale vincere per poi aspettare il risultato dell’altro campo, e sperare che entrambe le compagini mettano il massimo impegno. Lo stesso del Bosque parla della gara con l’Irlanda: “Il pubblico irlandese ci ha dato un esempio di ciò che significa fare onore al calcio. Non hanno mai smesso di incoraggiare la loro squadra, anche sul 4-0. Anche noi abbiamo spirito sportivo e lunedì contro la Croazia non cercheremo che la vittoria“. Lo stesso concetto viene ribadito dal difensore Piqué: “In Nazionale non c’è pazienza. Quando non si vince sembra sia andato tutto storto…“. tutto ciò ci fa pensare che la Spagna, quantomeno la Spagna, ci metta il massimo impegno.

Per quanto riguarda i croati, invece, sono più polemici, a partire dal Ct Slaven Bilic: “Non voglio parlare adesso della nostra partita contro gli spagnoli. Ci sarà tempo e modo di analizzare cosa può succedere. Intanto rilevo che dopo due partite ci troviamo in un’ottima situazione. Abbiamo 4 punti e ciò mi rende ottimista a proposito del prossimo match e del nostro futuro in questo torneo, anche se stasera (ieri, ndr) avrei preferito ritrovarmi con sei punti“. Ancora più polemico il difensore Corluka. Che, se da un lato allontana l’ipotesi ‘biscotto’, dall’altro non accetta le prediche italiane: “Chi ha avuto lo scandalo delle scommesse nel proprio Paese non dovrebbe parlare…“. Visto che sono cosi polemici i croati, speriamo davvero che facciano la loro gara.

Massimiliano di Cesare

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *