Luca Parenti
No Comments

Giro d’Italia: presentazione della quindicesima tappa

La seconda settimana del Giro d’Italia si conclude con un altro omaggio a Marco Pantani, si arriva infatti a Plan di Montecampione

Giro d’Italia: presentazione della quindicesima tappa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Duello storico tra Marco Pantani e Pavel Tonkov nel Giro d'Italia 1998

Duello storico tra Marco Pantani e Pavel Tonkov nel Giro d’Italia 1998

Dopo vari scatti, varie “occhiate” Pantani scatta l’ennesima volta ma questa volta il diretto interessato Pavel Tonkov rimane inchiodato sulla bici, non reagisce, non da cenni di contro scatto; era il 4 giugno 1998 e Marco Pantani mette definitivamente le mani sul Giro d’Italia. Oggi si vuole commemorare quella grandissima frazione di ben 16 anni fa.

VALDENGO – PLAN DI MONTECAMPIONE: 225 KM – Se si fa fede al chilometraggio ci sarebbe da mettersi le mani nei capelli, ma invece non è così, fino all’ascesa finale il tracciato non presenta nessuna asperità, e nessun pericolo di rilievo. I corridori possono imporre il proprio ritmo senza aver paura di fughe importanti di corridori che competono per la Maglia Rosa. Durante il percorso bisogna solo segnalare: la zona di rifornimento che verrà effettuata nel paese di Vimercate, dopo ben 115 chilometri di corsa, dopo essere passati dalla città di Cesano Maderno, famosa per il suo Parco Borromeo, e dalla provincia lombarda di Monza, dove per la prima volta entreranno a fare un pezzo del parco. Dopo aver assunto zuccheri e maltodestrine il gruppo affronterà il traguardo volante nella città di Bergamo dove verranno assegnati altri punti importanti per la Maglia Rossa. Ma il bello arriva quando i ciclisti arriveranno alla località di Pian Camuno dove inizierà la salita finale: Plan di Montecampione (Montagna Pantani di quest’anno).

Questa salita si può sezionare in due tronconi divisi dal falsopiano di Alpiaz, ma in generale la salita è lunga quasi 20 chilometri ad una pendenza media del 7.6% con massime che arrivano al 12, per un totale di 1.461 metri di altitudine.

L’orario della partenza da Valdengo è previsto per le 11.15, mentre l’arrivo in cima è stato calcolato intorno le 16.45 – 17.15

I FAVORITI – Come ogni giorno pronosticare un vincitore certo è praticamente impossibile, ma ovviamente i corridori di classifica sono chiamati all’appello, e la Maglia Rosa Uran, quotato molto alto a 18, è il primo su tutti, poi abbiamo Cadel Evans dato a 30, Wilkerman dato a 20, Nairo Quintana quotato a 2, dovrebbero iniziare a fare vedere di che pasta sono fatti se voglio vincere qualcosa. Per gli italiani le speranze sono affidate a Domenico Pozzovivo dato a 4.25, Pellizzotti quotato a 100, Ivan Basso dato a 3.50, e noi crediamo sempre anche in Damiano Cunego quotato a 55.

Luca Parenti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *