Matteo Masum
No Comments

Top 11 Bundesliga 2013/14

Il Bayern dominatore ha sei elementi nella Top 11. Presenti anche Howedes e Toprak

Top 11 Bundesliga 2013/14
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Robert Lewandowski, uno dei protagonisti della Bundeliga 2014

Robert Lewandowski, uno dei protagonisti della Bundesliga 2014

Un campionato spaccato in due tronconi. Nel primo, l’inarrivabile Bayern Monaco, che ha conquistato il campionato già a Marzo. Nel secondo, tutte le altre, che, al contrario, hanno dato vita a spettacolari duelli per l’Europa e la salvezza. Proviamo ad ipotizzare una formazione composta dagli undici migliori interpreti di questa Bundesliga. Ovviamente, molti saranno i giocatori che militano nel Bayern Monaco, ma il club di Guardiola non egemonizzerà in senso assoluto la rosa. Il modulo sarà un 4-2-3-1

Manuel Neuer – Il portiere non poteva che essere lui. Certo, qualche errorino lo ha commesso, specie nelle uscite, ma tra i pali è senz’altro uno dei migliori al mondo.

Zdenek Pospech – La stagione, forse, della consacrazione, per l’esterno destro del Mainz, protagonista di una squadra che ha sorpreso tutti, agganciando l’Europa.

Omer Toprak – Il difensore del Bayer Leverkusen è ormai ambito dalle big di tutta Europa. La sua annata ha confermato il livello raggiunto.

Benedikt Howedes – Altro giocatore molto richiesto dalle grandi d’Europa. Quest’anno non ha giocato tantissimo, ma ha comunque messo in mostra le sue qualità.

David Alaba – A sinistra non c’è discussione. Dove passa lui, non cresce più l’erba. Forse il miglior terzino sinistro del mondo.

Philippe Lahm – In altri anni, il suo nome figurava sulla fascia destra. Quest’anno, Guardiola lo reinventa centrale di centrocampo, e, se possibile, il capitano del Bayern e della nazionale tedesca alza ancora di più l’asticella del suo rendimento.

Bastian Schweinsteiger – Qualche acciacco fisico ne ha limitato la presenza sui terreni di gioco, ma quando è sceso in campo, ha sovrastato senza problemi le mediane avversarie. Un katerpillar!

Arjen Robben – Ormai non sono rimasti aggettivi per definirlo. Palla al piede, è imprendibile. Con il suo sinistro può fare quello che vuole. Ai mondiali, vorrà riscattare l’errore di quattro anni fa.

Marco Reus – Delizioso, tecnico, veloce, intelligente. Difficile trovarne molti del suo livello in giro per l’Europa. Nei momenti di difficoltà del Borussia Dortmund, trascina da solo la squadra di Klopp fuori dalle sabbie mobili. Fantastico.

Franck Ribery – La delusione per non aver ricevuto il Pallone d’Oro un po’ lo condiziona, ma quando si scuote di dosso la rabbia, ritorna il fenomeno incontenibile. Potrà riprovarci l’anno prossimo, magari previo un grande mondiale con la sua Francia.

Robert Lewandowski Altra stagione disputata da campione. Ormai, da tre anni, supera i venti gol in campionato, e solo una volta in carriera non ha raggiunto la doppia cifra. L’anno prossimo devasterà le difese avversarie con la casacca del Bayern Monaco.

Matteo Masum

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *