Luca Parenti
No Comments

Giro d’Italia 2014: è il giorno della Crono, gli scalatori tremano

Oggi si disputa la prima cronometro individuale di questo Giro d’Italia 2014, ma sarà l’unica dedicata per gli specialisti delle prove contro il tempo

Giro d’Italia 2014: è il giorno della Crono, gli scalatori tremano
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Michael Rogers ha vinto l'undicesima tappa del Giro d'Italia 2014

Michael Rogers vincitore dell’undicesima tappa del Giro d’Italia 2014

Tappa ribattezzata, “la crono dei vini” visto le sedi di partenza e di arrivo di questa frazione dove si produce un vino riconosciuto e gustato in ogni parte del mondo.

BARBARESCO – BAROLO: 41.9 KM (CRONOMETRO) – La strada fino dalla partenza sarà un continuo salire fino al chilometro 9.5 dove inizia l’ascesa al primo e unico Gran Premio della Montagna di 4 categoria della giornata; la cima Boscasso, un’ascesa lunga 3.1 km con pendenza media del 5% e una massima dell’8 dove anche i velocisti non dovrebbero avere grandi difficoltà a scollinare in fretta. Passata la cima, dove avviene anche il primo rilevamento cronometrico, inizia una lunga discesa molto veloce e tecnica subito nei primi chilometri, mentre poi è più pedalabile fino a quando si arriva al secondo rilevamento cronometrico di Alba, quando saranno passati ormai i 26 km di cronometro. Da questo punto i corridori dovranno e potranno dare tutto se stessi, la strada è perfettamente pianeggiante, quindi si potranno raggiungere velocità molto elevate, e gli specialisti delle cronometro in questo tratto costruiranno il proprio vantaggio per poi vincere alla fine. Al chilometro 34 in località Uccellaccio inizierà una breve salita che condurrà i ciclisti a Castaglione Falletto, per poi concludere la frazione nella località di Barolo.

I FAVORITI – Le quote dei bookmakers danno favorito il nostro italiano Adriano Malori quotando solo a 3.50, ma purtroppo il nostro ciclista è uscito davvero molto malconcio e dolorante durante la tappa di ieri conclusasi a Savona. Altri favoriti sono Cadel Evans quotato a 5, Thomas De Gendt a 7, Kelderman a 8. Ivan Basso invece è dato a 100.

Non è assolutamente una tappa per scalatori veri e propri, anzi oggi c’è il rischio che perderanno qualche secondo se non minuti dal vincitore di tappa; ma niente di preoccupante, il Giro non si deciderà oggi e ne tanto meno domani, le vere salite inizieranno nei prossimi giorni. Lo spettacolo deve ancora iniziare.

Seguite con noi il live a partire dalle 15.00

Luca Parenti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *