Redazione

Ibra sfida l’Inghilterra: in palio il pass ai quarti di finale

Ibra sfida l’Inghilterra: in palio il pass ai quarti di finale
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

15 GIUGNO 2012, KIEV- Svezia-Inghilterra: vietato perdere. Questa sera (h 20.45 diretta su Rai 1) all’Olympic Stadium di Kiev, la Svezia di Ibrahimovic affronterà la nazionale dei Tre Leoni nella seconda giornata di UEFA EURO 2012, valevole per il girone D. Sarà una partita speciale, dai mille significati soprattutto per il ct inglese Roy Hodgson che ha lasciato un buon ricordo di sé in terra svedese, dove ha allenato e vinto per diversi anni. Tuttavia, l’amicizia e il passato dovranno lasciare spazio a 90′ di sano agonismo, dove entrambe le squadre saranno spinte dalla voglia di vincere.

DA KOZYN, SVEZIALa sconfitta nell’esordio contro i padroni di casa dell’Ucraina non ha lasciato strascichi nella nazionale svedese, almeno a sentire le parole di Hamrén“Sono tranquillo – afferma il ct svedese -. [La delusione per la sconfitta] è passata non appena i giocatori hanno ritrovato i familiari e si sono potuti rilassare. Abbiamo poi avuto sessioni di allenamento sostenute dai nostri tifosi e questo è stato molto importante. Negli ultimi due giorni abbiamo riconquistato nuove energie”. L’ottimismo della nazionale è in parte giustificato da un precedente non troppo lontano: “Ci restavano due partite da giocare, contro Finlandia e Olanda, e dovevamo vincerle entrambe per qualificarci – ricorda Hamrén -. Le abbiamo vinte entrambe, ed eccoci qua. Un ottimo precedente per noi”. La Svezia potrà contare sullo spirito di rivalsa di Ibra, che giocherà in attacco con Elmander, e sul sostegno dei 18.000 tifosi svedesi presenti allo stadio.

DA KRAKOW, INGHILTERRA – Il ct inglese Roy Hodgson ha analizzato profondamente le cause che hanno portato al pari contro la Francia, convinto che a certi livelli a fare la differenza sia la cura dei dettagli“Ero soddisfatto del nostro inizio di gara. Per certi aspetti la nostra prestazione è stata buona. Dobbiamo riuscire a ripartire appena riconquistiamo palla. L’ultimo passaggio, cross o assist deve essere preciso, perché a questi livelli le occasioni sono rare, e quando si presentano occorre saperle finalizzare”. Sulla sconfitta della Svezia, Hodgson aggiunge: “La Svezia non ha giocato male ed è stata una bella partita. Gli svedesi sono ai massimi livelli della scena internazionale da anni ormai. Una squadra solida, organizzata, con un grande collettivo in grado di giocare bene insieme, sia a livello difensivo che di costruzione. E in Zlatan Ibrahimović hanno un fuoriclasse capace di risolvere da solo la partita in qualsiasi momento”. In chiusura, una battuta sul suo passato: “È sempre un piacere ritrovare i vecchi amici svedesi, anche se questo mi porta sempre a vedere vecchi filmati in Svezia di 40 anni fa dove mi riconosco a malapena!”

PROBABILI FORMAZIONI

Svezia (4-2-3-1):  Isaksson; Lustig, Mellberg, Granqvist, Olsson M.; Elm, Kallstrom; Larsson, Ibrahimovic, Svensson; Elmander. All. Hamren.

Inghilterra (4-4-2): Hart; Johnson, Lescott, Terry, Cole; Milner, Parker, Gerrard, Young; Carroll, Welbeck. All. Hodgson.

 

Michele Lestingi


Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *