Simone Viscardi
No Comments

Pagelle Chievo-Inter 2-1: Obinna risolutore, Carrizo inaffidabile

Inter in vantaggio con Andreolli nel primo tempo. Nella ripresa si scatena Obinna, che con una super doppietta rovina la festa dei senatori nerazzurri

Pagelle Chievo-Inter 2-1: Obinna risolutore, Carrizo inaffidabile
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Chievo-Inter 2-1: Victor Obinna con la maglia del Chievo

Chievo-Inter 2-1: Victor Obinna con la maglia del Chievo

Ultimo atto della Serie A 2013/14. Al Bentegodi un Chievo Verona già salvo ospita l’Inter certa del quinto posto e della qualificazione in Europa League. I nerazzurri salutano i tre tenori Cambiasso, Milito e Zanetti, ma sono gli scaligeri a festeggiare, grazie ad una doppietta dell’ex Obinna. Ecco i voti dei protagonisti:

CHIEVO

Squizzi Voto 6 – Andreolli lo fulmina in mischia lasciandolo colpito e incolpevole. Buoni disimpegni per tutto l’arco della gara – TRANQUILLO

Frey Voto 6 – Svolge il compito senza sbavature. Concede il minimo a D’Ambrosio, provando a pungere offensivamente appena possibile – ATTENTO

Dainelli Voto 6 – Gestisce la retroguardia con tutta l’esperienza a sua disposizione, e non è poca – UOMO SALVEZZA (dal 72′Obinna Voto 7,5 – Entra e spacca la partita con una doppietta favolosa. Carrizo ci mette del suo, ma è lui l’uomo del match – RISOLUTORE)

Bernardini Voto 6,5 – Milito non è sicuramente più quello di una volta, ma il centrale clivense avrà il ricordo di aver annullato “il Principe” nella sua ultima partita italiana – ONORATO

Dramè Voto 6,5 – Mezzo voto in più per l’abnegazione con la quale svolge un lavoro che abitualmente non è il suo. Tiene la posizione alla perfezione, senza tremare – SOLIDO

Rubin Voto 6 – Come da credo “coriniano” pensa più a coprire che a spingere. Dietro balla poco, ma davanti si vede davvero col contagocce – OBBEDIENTE

Bentivoglio Voto 5 – Come regista lascia parecchio a desiderare. Appoggi sbagliati in serie e troppe pause all’interno della partita. Se la cava meglio da interditore – IMPRECISO

Radovanovic Voto 6,5 – Solita dose massiccia di agonismo e kilometri percorsi in lungo e in largo. La sua grinta è stata una costante nella stagione del Chievo – MEDIANO (dal 62′Kupisz Voto 6 – Tanta corsa e qualche buono spunto – DINAMICO)

Hetemaj Voto 6 – Come tutti i compagni di reparto getta i polmoni oltre l’ostacolo. Ne perde in lucidità, ma la salvezza gialloblù è passata anche da lui – SACRIFICIO (dall’86’Calello S.V.)

Lazarevic Voto 7 – Prova in tutti i modi a rendere impossibile la vita ai difensori nerazzurri, riuscendoci in più di un’occasione. Il suo scatto è bruciante, farà strada – RAPIDO

Paloschi Voto 6 – Ha immediatamente la chance per colpire, ma centra la traversa. Altre palle gol non passano dalle sue parti, ma si lancia con la consueta ferocia su ogni pallone vagante – FALCO

All.Corini Voto 6,5 – Voto alla stagione. Lo spettacolo raramente è di scena al Bentegondi (sponda Chievo), dove i risultati arrivano grazie a sacrificio e grinta. Per molti il suo è l’anticalcio per eccellenza, ma l’anno prossimo il Chievo sarà ancora in Serie A – OPERAIO

INTER

Carrizo Voto 5 – Già in altre occasioni aveva lasciato molto a desiderare. Il posizionamento sul pareggio di Obinna non è da portiere professionista. In ritardo anche sul raddoppio – INAFFIDABILE

Andreolli Voto 6 – Deve metterci del mestiere per arginare i suoi vecchi compagni. Si toglie la soddisfazione di segnare la seconda rete italiana della stagione interista – STRANIERO

Campagnaro Voto 5,5 – Dopo un avvio brillante si è progressivamente spento nel corso dell’anno. Spesso in ritardo anche stasera, Sabella prenderà appunti – SCARICO (dal 46′Ranocchia Voto 5,5 – Defilato sul centrodestra, quando becca attaccanti rapidi come Obinna soffre da matti – LENTO)

Cambiasso Voto 6 – Che schierarlo centrale sia stata una mossa di Mazzarri per dimostrare alla dirigenza la sua utilità? Onora per l’ultima volta la maglia dirigendo le operazioni con grande senso tattico – CUCHU

Zanetti Voto 6,5 – Adesso è davvero finita. Il capitano ammaina ufficialmente la bandiera, ponendo fine a una cavalcata sulla fascia lunga 19 anni e più di 800 partite – GRAZIE

Kovacic Voto 6,5 – Crescita costante. Quando tocca palla è a dir poco elettrico, dando la sensazione di poter accendere la partita in un attimo. Se sarà la colonna da cui ripartire in casa Inter, la solidità sembra ormai certa – SCOSSA (dall’82’Guarin S.V.)

Alvarez Voto 5 – Probabilmente sarà l’ultima anche per lui. Mazzarri sembrava averlo recuperato, ma la sua stagione si è presto trasformata in una spirale di decadenza, con la partita di stasera a confermare assolutamente il trend negativo – PERSO

Taider Voto 5,5 – Il suo ruolo è quello di corridore atto a recuperare palloni. Chiedergli di fare il regista è semplicemente un abominio – PIATTO

D’ambrosio Voto 6,5 – Si rivede dopo qualche partita da spettatore. Spinge con voglia, conscio di dover giocare le sue carte per la prossima stagione. Lascia un’ultima buona impressione – CORAGGIOSO

Botta Voto 5,5 – Nè carne nè pesce. Non ha il piede per fare il trequartista, non ha il fisico per fare la punta e non ha la corsa per fare l’esterno – INCOMPIUTO (dall’85’Bonazzoli S.V.)

Milito Voto 5 – La sua carriera (almeno ad alti livelli) è finita quando cercando di contrastare una ripartenza del Cluj in ginocchio fece crack. Quest’anno è stato un lungo, triste viale del tramonto per il “Principe” nerazzurro. Nella notte di Madrid divenne Re, in quella di Verona abdica definitivamente – ADIOS

All.Mazzarri Voto 5,5 – Un’Inter raffazzonata regge per 3/4 di gara. Il repulisti di senatori e promesse mancate gli consegnerà una squadra trasformata, ma solo un suo cambiamento (soprattutto tattico), potrà portare la sua squadra in alto – COCCIUTO

Simone Viscardi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *