Luca Porfido
No Comments

Milan senti Kakà: “Voglio rimanere un altro anno”

A Milan Channel, Kakà parla del suo arrivo al Milan e delle ultime difficoltà dei rossoneri, ribadendo anche la volontà di rimanere un altro anno al Milan

Milan senti Kakà: “Voglio rimanere un altro anno”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Tra polemiche, malumori nello spogliatoio, nomi di allenatori che volano sui giornali, frasi al veleno, tagli netti che si trasformano in inaspettati dietrofront (come l’ultima di Berlusconi: “Seedorf può rimanere”), si erge, tra le rovine di Milanello un grido, quello cioè di Kakà.

Kakà Milan

Kakà ha espresso la volontà di rimanere un altro anno al Milan

AGLI ALBORI – Ai microfoni di MilanChannel, il brasiliano ha fatto un po’ di chiarezza su quello che è successo negli ultimi anni, regalando anche qualche notizia riguardo il suo arrivo al Milan.
Nel 2003 mi chiamò Leonardo e mi disse che il Milan era interessato a me. Inizialmente sarei dovuto andare in prestito a Parigi perché c’erano già Rui Costa e Rivaldo. Il Milan però poi ha cambiato idea e ha deciso di tenermi e farmi crescere“. Kakà ci tiene tra l’altro a sottolineare le sue vicissitudini di mercato, chiarendo una volta per tutte la situazione attraversata al Real Madrid gli ultimi mesi:
Non basta dire: ‘Io rimango’. Da quando ero qua e sono andato a Madrid si sono sempre diffuse voci di mercato su di me, mi hanno ‘venduto’ tante volte e questo genera solo ansia. L’unica voce vera era quella nel gennaio 2013, quando poi è stato preso Mario Balotelli. Si erano parlati Adriano Galliani e Florentino Perez, ma poi sono sorti i problemi fiscali che mi hanno impedito di tornare allora al Milan“.

MILAN ETERNO AMORE – “Io volevo una grande squadra europea e venire al Milan è stato indescrivibile. Il nome del Milan mi dà sempre i brividi, ha una storia. Al Milan ho fatto i migliori anni della mia carriera, tra me, la società e i tifosi c’è un grande rapporto. Non mi sono mai pentito di essere tornato. Mi dispiace non essere andato ai Mondiali ma non sono triste perché ho fatto tutto quello che potevo. Quest’anno ho giocato tanto, a Madrid non giocavo mai tre o quattro partite di fila” continua Kakà.
La mia voglia è di rimanere e fare ancora un anno qua. Penso che questo conti tanto, poi la società deve decidere cosa fare. È stato un anno difficile per tutto il mondo Milan, con tanti problemi, cambi di allenatore, ma anche tante soluzioni da trovare, e secondo me il momento di crisi può indicarci il cammino giusto” conclude il brasiliano, che quindi lancia un forte messaggio alla società rossonera.

Luca Porfido

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *