Matteo Masum
No Comments

Giro d’Italia, settima tappa: boom boom Bouhanni, quarto Matthews

Il velocista della FDJ beffa Nizzolo sul traguardo di Foligno. Viviani giunge decimo

Giro d’Italia, settima tappa: boom boom Bouhanni, quarto Matthews
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Michael Matthews in Maglia Rosa

Giro: Michael Matthews si conferma in rosa dopo la settima tappa

Va a Nacer Bouhanni la settima tappa del Giro d’Italia, quella che andava da Frosinone a Foligno. Il corridore della FDJ l’ha spuntata in volata sul nostro Giacomo Nizzolo. Ottimo quarto posto per la maglia rosa Michael Matthews. Bouhanni conquista anche la maglia rossa della classifica a punti, strappandola ad Elia Viviani.

LA FUGA – La tappa, costellata di numerosi sali e scendi, si prestava ad un tentativo da lontano, che parte dopo 25 km. I protagonisti della fuga sono Bjorn Thurau (Europcar), Anacona Gomez (Lampre-Merida), Nathan Haas (Garmin-Sharp), Nicola Boem (Bardiani) e Chalapud Gomez (Colombia). Il gruppo lascia spazio, ed il vantaggio, dopo 100 km, sfiora i 7 minuti. Al traguardo volante di Rieti è Chalapud Gomez a spuntarla sugli altri battistrada, mentre Viviani regola il gruppo, conquistando punti importanti per la classifica a punti.

ALTRA CADUTA – L’andatura delle squadre interessate a fare la corsa non è elevatissima, e ciò consente ai cinque di testa di mantenere un discreto vantaggio. Ai meno 23 chilometri, altra caduta in gruppo, dopo quella che ieri aveva mietuto vittime illustri. Stavolta, per fortuna, ne escono tutti illesi. Progressivamente, il lavoro della Cannondale, dell’Orica Greenedge e della FDJ produce i suoi frutti. A 9 km dal traguardo, il vantaggio dei battistrada è sceso ad 1’09”.

LA DOPPIETTA – A questo punto parte una sorta di lunga volata tra il gruppo ed i cinque di testa, che provano a resistere alla rimonta. Ai -5, il vantaggio è ormai di soli 20″. L’aggancio avviene quando mancano 2,7 km all’arrivo. Inizia il classico scontro tra i treni, che lasciano poi spazio ai velocisti. Bouhanni beffa Nizzolo di un soffio, conquistando la sua seconda vittoria. Terzo Luka Mezgec, della Giant. La maglia rosa Matthews giunge quarto, davanti a Ferrari (Lampre) e Farrar (Garmin). Solo decimo Elia Viviani.

Matteo Masum

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *