Kevin Brunetti
No Comments

Playoff Nba: suicidio Oklahoma, i Clippers pareggiano la serie | Highlights

I Thunder, rimasti in vantaggio per tutto il match, si fanno rimontare una partita incredibile dai Clippers. Decisivi i 12 punti di Collison nel quarto finale

Playoff Nba: suicidio Oklahoma, i Clippers pareggiano la serie | Highlights
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dopo la vittoria dei Thunder in gara 3, questa sera per i Clippers era indispensabile portare a casa la vittoria per pareggiare la serie prima di spostarsi nuovamente a Oklahoma City. Nonostante queste aspettative i Thunder sono partiti a razzo restando in vantaggio per 46′ salvo poi buttare alle ortiche tutto il lavoro fatto facendosi rimontare e consentendo ai Clippers di pareggiare la serie.

Los Angeles Clippers-Oklahoma City Thunder 101-99 (2-2 nella serie)

Definire ”a razzo” la partenza dei Thunder vorrebbe dire sminuire i loro meriti, Westbrook e compagni hanno iniziato la partita tirando 7/7 dal campo e conducendo 17-3 dopo appena una manciata di minuti. Thunder che non si sono fermati qua chiudendo il primo quarto a +17 toccando perfino quota +22. Nel secondo quarto i Clippers con la coppia Paul-Griffin hanno cercato di riaprire il match diminuendo lo svantaggio a 11 punti chiudendo così il primo tempo. A inizio terzo quarto arriva il pesantissimo quinto fallo per Blake Griffin che costringe coach Doc Rivers a richiamarlo in panchina per il resto del periodo. Terzo quarto che si chiude con i Clippers sempre all’inseguimento ma senza riuscire a portarsi a meno di 10 punti da Oklahoma City. Il quarto finale sembra iniziare nel solito modo, ma dopo un paio minuti arriva l’inatteso trascollo dei Thunder. Durant sparisce dal gioco mentre Westbrook perde palloni pesanti, dal lato opposto non si fa pregare Collison che approfittando dell’indecente difesa di Oklahoma nel quarto conclusivo mette a segno 12 dei suoi 18 punti totali. Con i Thunder in crisi e potendo di nuovo fare affidamento su Griffin i Clippers rimontano 16 punti di vantaggio grazie alla bomba da tre di Crawford che vale il +2. Thunder che perdono un’occasione ghiottissima per ipotecare la serie mentre i Clippers compiono l’impresa e pareggiano la serie sul 2-2 in attesa di gara 5 a Oklahoma City.

Los Angeles Clippers: Griffin 25, Paul 23, Crawford 18, Collison 18 Assist: Paul 10 Rimbalzi: Jordan 14

Oklahoma City Thunder: Durant 40, Westbrook 27, Jackson 10 Assist: Westbrook 8 Rimbalzi: Durant 7

[youtube]http://youtu.be/GaU29EUDy_0[/youtube]

PAGELLE LOS ANGELES CLIPPERS: Griffin 7 – Il voto sarebbe ben più alto se non si fosse trovato con 5 falli all’inizio del terzo quarto.. ma è decisivo per i Clippers con punti pesantissimi nel finale. Paul 7,5 – Trascina i compagni per tutta la partita, continuità di rendimento ai limiti dell’umano. Crawford 6,5 – Mezzo voto in più per la bomba da tre nel finale che vale il +2. Collison 7 – Eroe di serata, i suoi 12 punti nel quarto quarto sono stati quelli che hanno portato i Clippers alla vittoria. Jordan 6,5 – Miglior rimbalzista nei playoff, si conferma tale stasera con 14 rimbalzi e mettendo paura a chiunque si avventuri sotto al ferro dei Clippers. Unica pecca come sempre i liberi, le due air ball nel secondo quarto fanno quasi tenerezza.

PAGELLE OKLAHOMA CITY THUNDER: Durant 6 – Avrebbe bisogno di due voti separati.. 7 per i primi tre quarti e 5 per il periodo finale dove sparisce completamente dalla manovra. Westbrook 6 – Stesso identico discorso fatto per KD, partita da 7,5 ma nel quarto finale perde palloni pesantissimi oltre a forzare gli ultimi due possessi sciupandoli completamente. Ibaka 5,5 – Parte bene ma peggiora con il passare dei minuti. Butler 5 – Discorso diverso per Butler che al contrario dei compagni non incide per tutta la partita e non solo nel quarto conclusivo. Jackson 5,5 – Stesso discorso fatto con Ibaka, parte bene ma si perde con lo scorrere del cronometro.

Stelle a confronto:Per tre quarti di gioco Russel Westbrook domina sul parquet lasciando le briciole agli avversari, ma è nel momento decisivo che si vedono i veri campioni, e questo Russ non sembra averlo capito questa sera. Chi l’ha capito è sciuramente Chris Paul che mantiene lo stesso altissimo livello di rendimento per tutti i 44′ giocati.

MVP Sportcafe24: Darren Collison. Voto obbligato dato che senza la sua strepitosa performance nei minuti finali la partita avrebbe potuto avere un esito completamente differente.

Kevin Brunetti (@Kevinbrunetti)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *