Matteo Masum
No Comments

Giro d’Italia, terza tappa: un Kittel imperiale beffa Swift. Matthews resta rosa

Il velocista della Giant conquista la seconda vittoria consecutiva. Solo quinto Bouhanni

Giro d’Italia, terza tappa: un Kittel imperiale beffa Swift. Matthews resta rosa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Marcel Kittel ha vinto anche la terza tappa del Giro

Marcel Kittel ha vinto anche la terza tappa del Giro

E’ ancora Marcel Kittel la ruota più veloce in questa terza tappa del Giro d’Italia, l’ultima sotto i cieli d’Irlanda. Il tedesco della Giant si è reso protagonista di un’altra spettacolare rimonta, conclusasi negli ultimi metri ai danni di Ben Swift. Terzo Elia Viviani.

ARMAGH-DUBLINO – La tappa non presentava particolari problemi, se si esclude un finale ricco di curve, che però non hanno prodotto danni. La fuga parte praticamente subito, e vede protagonisti Godoy (Androni), Rubiano (Team Colombia), Dockx (Lotto Belisol) ed uno straordinario Tjallingii (Belkin). I quattro vengono poco dopo raggiunti da Giorgio Cecchinel (Neri Sottoli). Il gruppo ha comunque tenuto sotto controllo la fuga, pur non mantenendo un ritmo elevatissimo. Poco clemente invece il tempo, che anche oggi ha regalato pioggia e forte vento.

MAXI CADUTA – Ai meno 60km dal traguardo una maxi caduta ha visto coinvolti una quindicina di corridori, tra cui Gasparotto, Scarponi, Agnoli e la maglia rosa Michael Matthews. Nulla di grave, a rimetterci maggiormente è stato Gasparotto, ma per lui solo qualche escoriazione in volto. Poco dopo Ivan Basso è costretto a fermarsi per un problema meccanico, ma anche per il capitano della Cannondale non ci sono problemi.

IL FINALE – Il gruppo progressivamente recupera sui fuggitivi, mettendoli nel mirino ai meno 13, sebbene impieghi qualche altro chilometro prima di riassorbirli definitivamente (una strategia per evitare ulteriori attacchi). A 7,2 km dal traguardo il gruppo è compatto. Inizia quindi la bagarre tra i treni per prendere la posizione migliore. Il finale è piuttosto contorto, con una “s” finale a 350 metri dall’arrivo. La Cannondale lancia alla grande Viviani, ma Ben Swift è bravissimo a recuperare sul velocista italiano, e sembra poter trionfare; all’improvviso, tuttavia, sbuca Marcel Kittel, che a 50 metri dal traguardo era in sesta posizione, e al fotofinish beffa il velocista della Sky, ottenendo la seconda vittoria in questo Giro. Terzo Viviani, quarto Appolloni, quinto Bouhanni, sesto Boasson Hagen, settimo Ferrari. Matthews resta maglia rosa. Si riparte martedi con la tappa Giovinazzo-Bari, domani giorno di riposo.

Matteo Masum

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *