Patrizia Culmone
No Comments

Gigolò per caso, una commedia brillante ambientata a New York

Nel cuore di New York due amici in preda alla crisi economica decidono di avviare una redditizia attività a luci rosse.

Gigolò per caso, una commedia brillante ambientata a New York
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Fioravante in arte Virgilio, è un affascinante fioraio in bolletta di New York, Murray è un suo amico di vecchia data che, a causa di alcuni problemi economici è costretto a chiudere il negozio di libri antichi ereditato dal nonno. Sfruttando il sex appeal dell’intraprendente fiorista, i due amici metteranno in piedi un’attività a luci rosse nel tentativo di sbarcare il lunario.

Allen e Turturro a New York in una scena di Gigolò per caso.

Allen e Turturro a New York in una scena di Gigolò per caso

UNA STORIA ROMANTICA – La verve comica di Woody Allen e le romantiche ambientazioni di Newyorkesi sono al servizio del quinto  lavoro di John Turturro, Gigolò per caso, che con incedere garbato ed elegante da vita ad una commedia romantica che ironizza sul sesso e le sue sfaccettature.  Ad esplorarle è il gigolò in questione, Virgilio, un uomo di mezza età dai modi gentili e delicati che conquista le signore del bel mondo con dolcezza e galanteria, a fronte di un lauto compenso orario. Tanta sensibilità, punto di forza della sua vincente tecnica seduttiva, nasconde in realtà un latente romanticismo, che sarà risvegliato dall’incontro con una giovane vedova ebrea dal fare pudico e ammaliatore: Avigale, la quale respingendo le avance dell’esperto amatore ne conquisterà il cuore.

TRASGRESSIVI CLICHE’ – Nonostante una sofisticata comicità giochi sulle perversioni dell’ High Society, il film ricade sui tipici cliché della commedia romantica americana e della borghesia: il timido e tenebroso fiorista, al quale nessuna donna può resistere si presta, con riluttanza, a fare del sesso a pagamento e benché sia circondato da amanti bellissime, forti e intelligenti, il suo interesse ricade sull’ ingenua ragazza di periferia dai sani principi, che saprà come farsi desiderare. Il collante tra i due innamorati è ovviamente l’amico e socio in affari Murray – Woody Allen – che, interpretando l’ennesima vittima delle nevrosi urbane (sé stesso), ha il compito di far sorridere e scandire il ritmo, altrimenti un po’ spento, della pellicola.

Tra equivoci, pseudo rapimenti, amori non consumati e improbabili ménage à trois, Gigolò per caso regala un divertimento misurato, che si avvale della cinica e ansiogena ironia del maestro Allen, dello spregiudicato folclore della colombiana Sofia Vergara e del sexy piglio femminile alla Sharon Stone.

Patrizia Culmone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *