Pietro Tola
No Comments

Siena: Minucci mezz’ora davanti al Gip, per la società 4 mila euro di multa

L'ex presidente della Mens Sana ascoltato per mezz'ora dal gip di Siena. La società multata di 4 mila euro per i cori dei tifosi durante la gara con Milano.

Siena: Minucci mezz’ora davanti al Gip, per la società 4 mila euro di multa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Ferdinando Minucci, Siena

Ferdinando Minucci interrogato dal gip di Siena

Piove sul bagnato in casa Mens Sana. Nel giorno dell’interrogatorio di garanzia dell’ex presidente Ferdinando Minucci, da giovedì ai domiciliari per truffa, ecco la stangata della Legabasket che multa la società di 3900 euro per due diverse irregolarità durante la sfida con Milano, giocata e persa ieri al PalaEstra.

La prima sanzione, di 2400 euro, per i cori prolungati contro Minucci e gli arbitri, costretti tra l’altro a sospendere la gara per circa un minuto a causa di un fitto lancio di rotoli di carta che ha reso impraticabile il campo. Un’altra ammenda, da 1500 euro per la presenza di una persona non autorizzata negli spogliatoi durante l’intervallo. Per la cronaca, nonostante la sconfitta con l’Olimpia, Siena accede ai playoff come seconda e affronterà Reggio Emilia nel primo turno. Ma ora questo conta poco anche perché nonostante la società non sia stata esclusa dalla post season di quest’anno, non potrà iscriversi al prossimo campionato perché in stato di liquidazione.

MINUCCI DAL GIUDICE – Ferdinando Minucci arriva in tribunale alle 14.40 accompagnato dagli uomini della Guardia di Finanza per conferire con il gip Ugo Bellini. All’uscita, poco dopo le 15, è Gian Piero Biancolella, uno dei legali dell’ex presidente senese a parlare dichiarando all’Ansa che il suo assisitito: “Ha già chiesto di essere interrogato dal pm, certo di poter chiarire tutto quello che è accaduto nell’ambito della società. Oggi abbiamo fatto delle dichiarazioni spontanee”. L’interrogatorio, a cui ha assistito anche il pm titolare dell’inchiesta Antonino Nastasi, è stato richiesto viste “le condizioni e lo stato di agitazione e prostrazione” dell’ex presidente della Mens Sana.

LO STATO D’ANIMO DEI TIFOSI – “La fede non si ruba” era la frase scritta sullo striscione che ha aperto il corteo dei tifosi della Mens Sana che si sono ritrovati ieri prima della partita contro Milano. Circa 250 supporter dei campioni d’Italia in carica si sono ritrovati alle 15 davanti alla sede del Monte dei Paschi in via Salimberti. Il corteo poi si è mosso in direzione del PalaEstra intonando cori contro l’ex presidente Minucci.

Pietro Tola

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *