Davide Luciani
3 Comments

Rossi crede al mondiale, ma Prandelli ha altre idee

Prandelli sarebbe intenzionato a portare Cassano con Balotelli, Cerci, Immobile e Destro, rinunciando a Rossi, considerato non pronto

Rossi crede al mondiale, ma Prandelli ha altre idee
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Cesare Prandelli pare non essere intenzionato a portare Rossi al mondiale

Cesare Prandelli pare non essere intenzionato a portare Rossi al mondiale

La rete di Rossi, martedì sera contro il Sassuolo, sette minuti dopo essere entrato in campo, ha dimostrato una volta di più, come l’attaccante della Fiorentina sia l’unico vero fuoriclasse là davanti che Prandelli abbia a disposizione. Nonostante ciò, il ct pare intenzionato a non portarlo al mondiale. Il motivo? Le scelte in attacco paiono essere fatte e i cinque attaccanti che andranno in Brasile saranno Balotelli, Cerci, Immobile, Destro e Cassano.

NUMERI DA TOP – A Rossi sembra non bastare il fatto di avere numeri offensivi da top player. L’attaccante viola ha segnato un gol ogni 95 minuti (15 reti in 1429 minuti), e vanta una media voto di 6.79. stando alle fonti gazzetta. Dei cinque attaccanti che Prandelli pare intenzionato a portare in Brasile, solo Destro vanta una media gol migliore con un gol ogni 83 minuti (13 reti in 1079 minuti), ma, per ciò che riguarda la continuità di rendimento, solo Tevez, in serie A, gli è stato superiore.

DOPPIO DEFICIT – Ciò che Prandelli teme, convocando Rossi, è di doversi portare un altro attaccante che non sia in forma al 100%, quando già Cassano manifesta limiti fisico-atletici evidenti. Prandelli, però, non considera che questa nazionale, con gli attaccanti da lui scelti, partirà con un doppio handicap. A quelli atletici di Cassano vanno infatti aggiunti, quelli  tattici e comportamentali di Balotelli. Il milanista, quest’anno, ha dimostrato una volta di più di non essere un fuoriclasse e il confronto con Rossi è impietoso.

FUOCO PERENNE CONTRO CERINO – C’è un fatto che nessuno, neanche un accanito sostenitore di Balotelli come è Prandelli, può negare. La differenza di carattere e qualità tra Rossi e il milanista è abissale. Il viola è un giocatore totale, risorto più volte dalle sue difficoltà, che dà una mano alla squadra, si muove su tutto il fronte d’attacco e ha una varietà di soluzioni tecniche da far invidia ai più grandi attaccanti del mondo. Rossi può segnare con tiri da fuori oppure dentro l’area di rigore, con tiri a giro, colpi di fino o stoccate. Balotelli, invece, è pura potenza. Il suo gioco è altamente prevedibile perchè manca del la capacità comune a tutti i grandi attaccanti: il capire un attimo prima degli altri dove la palla andrà. Inoltre la sua presunzione lo porta a giocare solo per sè stesso. E’ vero,fisicamente è devastante e il suo tiro gli permette di segnare da ogni posizione, ma è altrettanto vero che nell’arco dei 90 minuti, la sua incidenza nella manovra di squadra è pari a zero.  

SENZA ALTERNATIVA –  Ha senso, quindi, portarsi al mondiale due attaccanti che non corrono e lottano? Non sarebbe più saggio silurare Cassano e portare Rossi? E’ vero, Fantantonio ha disputato un ottimo campionato, ma è una grana perenne nello spogliatoio e gioca da fermo, cosa che andrà bene per un torneo di basso livello come la serie A, ma non per il mondiale.  La punta della Fiorentina ha ancora un mese per recuperare una condizione fisica accettabile e, inoltre, permetterebbe di avere una alternativa credibile a Balotelli lì davanti. Nè Destro, nè Immobile, infatti, hanno il carattere necessario per mettersi sulle spalle la nazionale, nel caso in cui Balotelli, come molti si aspettano, fallisse fragorosamente. Rossi è un leader naturale e il fatto che, uno che ha subìto degli infortuni gravi come il suo, sia tornato immediatamente competitivo ad alti livelli, lo dimostra. Prandelli dovrà ponderare bene le sue scelte perchè sono da queste che dipenderà il mondiale dell’Italia. La nazionale, al momento è aggrappata solo ai due “grandi vecchi” Buffon e Pirlo. Rinunciare a Pepito per sperare che Balotelli e Cassano si dimostrino dei leader, come mai hanno fatto fin qui, sarebbe una dichiarazione anticipata di resa.

Davide Luciani

Share Button

3 Responses to Rossi crede al mondiale, ma Prandelli ha altre idee

  1. gigino 8 maggio 2014 at 15:27

    sei un parente di rossi?
    o cassano e balotelli e il loro basso livello, non ti basta la finale degli europei?

    Rispondi
  2. viperina 8 maggio 2014 at 17:25

    Ma che ti sei bevuto? Ma di che parli? Con Cassano tirato fuori dall’ospedale sei arrivato secondo all’Europeo. Cassano non ha mai creato grane nella Nazionale ed è un talento unico in Italia, lui gioca per la squadra, tu invece il gioco del calcio non sai neppure che sia!

    Rispondi
  3. vendetta 8 maggio 2014 at 17:26

    Che sei un parente di Ross’ Hai menato un sacco di fregnacce dovrebbero impedirti di scrivere!!!!!!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *