Calogero Destro
No Comments

Mondiali 2014: alla scoperta del Portogallo

La “Selecçao das quinas”, guidata da CR7, è alla ricerca del suo primo trofeo internazionale, sarà la volta buona?

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Cr7 con la maglia del Portogallo

Cristiano Ronaldo è a quota 148 gol in Liga in 139 presenze

Continua la nostra rubrica alla scoperta delle squadre che parteciperanno al prossimo Mondiale brasiliano: oggi tocca al Portogallo.

Storia – La nazionale portoghese, al contrario di quanto ci si potrebbe aspettare, non vanta una storia così gloriosa nelle competizioni internazionali.
I lusitani, infatti, hanno raggiunto la fase finale dei mondiali appena cinque volte, mentre sono approdati all’ultimo atto degli Europei in sei edizioni.
Il miglior risultato nella coppa del mondo è il terzo posto del 1966: i portoghesi, guidata dal mitico Eusebio, vennero eliminati in semifinale dai padroni di casa dell’Inghilterra, vincitrice, infine, del titolo. Eusebio, vero trascinatore di quella nazionale e capocannoniere del torneo con 9 centri, guidò comunque i suoi al terzo posto, ottenuto grazie alla vittoria nella finalina contro L’Urss.
Negli Europei, i piazzamenti del Portogallo, sono stati decisamente migliori: tre semifinali agguantate e poi quell’amarissimo secondo posto del 2004, davanti ai tifosi di casa, nell’indimenticabile e dolorosa finale persa contro la sfavoritissima Grecia.

Il cammino verso il Brasile – La nazionale allenata da Paulo Bento è riuscita ad ottenere il pass per Brasile 2014 solo attraverso i playoff, dopo che aveva chiuso il girone di qualificazione di un solo punto alle spalle della Russia di Capello.
I lusitani, trascinati da un mostruoso Cristiano Ronaldo, si sono imposti sulla Svezia col punteggio complessivo di 4-2.
Ora, il Portogallo, eterna promessa del calcio internazionale, vuole fare il definitivo salto di qualità, cominciando a riempire una bacheca ancora vuota, nonostante la scia di campioni che si sono susseguiti nel corso degli anni nell’indossare questa maglia. Dalla classe di Eusebio a quella di Figo : tanta classe, ma nessun trofeo. Saranno le magie di CR7 a cambiare la storia?

Le stelle – Il trascinatore della Seleçao ,in Brasile, sarà, naturalmente, il solito CR7, che con 49 reti in 110 presenze è il miglior marcatore di tutti i tempi del Portogallo. Fondamentale risulteranno il supporto e l’esperienza di Pepe e Rolando in difesa e la corsa e la qualità di Coentrao e Moutinho nel mezzo. In avanti, poi, Ronaldo sarà appoggiato dal bomber Hugo Almeida e dal talento di Nani e del giovanissimo Cavaleiro.

Calogero Destro

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *