Redazione
No Comments

Juventus-Atalanta 1-0: “Le pagelle su Tacco 10”

Tornano le pagelle al femminile, tema supereroi e fumetti: da Batman a... Capitan America

Juventus-Atalanta 1-0: “Le pagelle su Tacco 10”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Antonio Conte, la sua Juventus simbolo dell'Italia piccola piccola in Europa

Antonio Conte, la sua Juventus è splendida

Tema supereroi e personaggi dei fumetti per le pagelle al femminile di oggi. 

CONTE 7,5 Vince ancora. Non c’è festa, appagamento o riserve che tengano. Lui vince e si scioglie domenica pomeriggio con la vittoria nel cuore, ieri sera con Vittoria per mano. Il suo obiettivo è il record di punti,ormai. Vuole entrare, scrivere e rimanere nella storia. Per geografia (europea), c’è la prossima sessione! CAPITAN AMERICA (ITALIAN VERSION)

STORARI 6,5 Una parata fondamentale in cui vola su Baselli. Porta salva e risultato in cassaforte. La festa passa anche per i suoi guantoni. SUPERMAN

BARZAGLI 7 Anticipa, chiude e blocca. È una barriera, una diga, un muro impenetrabile. Tutto d’un PETTO. LA COSA

OGBONNA 6 I fumi dei festeggiamenti e la vicinanza di Chiellini e Barzagli gli fanno talmente bene da non fargli commettere svarioni. Sempre elegante la sua falcata. PANTERA NERA

CHIELLINI 7 È un rude lottatore dal cervello fine. Partecipa attivamente all’azione del goal e dietro dà la solita certezza. Il nostro plauso lo conquista quando in maniera sfacciata afferma:”Il nostro obiettivo era andare a Roma in gita”. Scusate l’uso privato del mezzo pubblico, ma avrei un messaggio da recapitare:”Io mi propongo da Cicerone, ma tu porta con Llorente e Barzagli!!!”. L’INCREDIBILE HULK

LICHTSTEINER 6,5 Senza strafare, ma con il consueto agonismo che lo porta a battagliare con Osvaldo, è artefice di una prestazione sufficiente. Provvidenziale quando scatena la sua supervelocità e chiude su Bonaventura. FLASH

PADOIN 7 È il gregario che si prende critiche e attacchi da parte di tutti quando le cose vanno male, che gioca poco ma quando entra in campo dà sempre il suo meglio. La sua esultanza ci riporta inesorabilmente al 13 maggio 2012. Era sempre Juve-Atalanta. Era quel Juve-Atalanta. Assist di Giaccherini, goal di Del Piero, l’abbraccio, il primo, di Simone al Capitano sotto gli occhi commossi dello Stadium. Già, perché è proprio Simone, l’uomo ad abbracciare il maestro di sempre. Per noi lui oggi è BATMAN, un coraggioso uomo normale, non un supereroe.

MARCHISIO 6 In assenza di Pirlo, siede in regia. I festeggiamenti lo rendono meno lucido del solito, ma riesce comunque a cavarsela infiammando i cuori delle tifose bianconere. LA TORCIA UMANA

POGBA 7 Senza la pressione del risultato confeziona una prestazione sontuosa. Sombreri, giocate eleganti, progressioni e recuperi con allunghi impossibili per tutti. E poi il balletto nel finale e l’improvvisa voglia di cioccolata con la panna del pubblico femminile quando festeggia in campo bagnato assieme al Marcantonio de Pamplona. MR. FANTASTIC

PELUSO 6 Schierato a sorpresa a sinistra gioca una prima frazione di gara migliore della seconda, mantenendo comunque elevato il tasso di figaggine in campo con quell’aria truffaldina. GAMBIT

OSVALDO 5 Dare l’insufficienza a cotanta fattura dispiace enormemente, ma “è uno sporco lavoro e qualcuno dovrà farlo”. È lento, macchinoso e spreca due occasioni sotto porta. IMPOSSIBLE MAN (TEVEZ 6,5 – Nonostante la festa, entra e carica la squadra che comincia a creare reali occasioni da goal. NIGHTCRAWLER)

GIOVINCO 5,5 Visibile solo i primi 10 minuti. Poi puff… Dopo l’intervallo viene sostituito da Quagliarella. INVISIBLE MAN (QUAGLIARELLA 6,5 – È sempre pericoloso perché è uno che sa dov’è lo specchio della porta. Buona prestazione anche se non trova la rete. THE PUNISHER)

Anna Graziano

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *