Filippo Di Cristina
No Comments

Lube Macerata e Nordmeccanica Piacenza campioni d’Italia

Le due compagini vincono i rispettivi scudetti di serie A1 maschile e femminile

Lube Macerata e Nordmeccanica Piacenza campioni d’Italia
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Lucia Bosetti e la Nordmeccanica Piacenza campioni d'Italia 2013-2014

Lucia Bosetti e la Nordmeccanica Piacenza campioni d’Italia 2013-2014

SCUDETTO IN ROSA – Piacenza vola alto e alza, per il secondo anno di fila, al cielo lo scudetto. Campionesse d’Italia che hanno però avuto la grande sorpresa di trovarsi di fronte le farfalle di Busto, che dal sesto posto in regular season sono riuscite a mandare a casa prima Bergamo (terza in classifica) e poi Conegliano (seconda), conquistandosi il diritto di affrontare Piacenza nelle finali. Uno scudetto morale per loro che con tanto impegno sono riuscite ad arrivare fino a qui, ma la potenza di Bosetti e compagne ha avuto la meglio sulle farfalle della Yamamay (al meglio delle cinque partite Piacenza ha chiuso con un netto 3 a 0). Busto si guadagna solo il primo set di gara 1, il resto viene conquistato da Piacenza che si aggiudica per il secondo anno di fila lo scudetto. Grandi soddisfazioni per Lucia insomma che dice addio al campionato italiano (dall’anno prossimo giocherà in quello turco) con un sorriso sulle labbra, paga di aver contribuito in larga misura a portare a Piacenza la seconda coppa. Risultati Play Off Rebecchi Nordmeccanica Piacenza – Unendo Yamamay Busto Arsizio

GUERRIERI BIANCOROSSI SALGONO SUL TETTO D’ITALIA – La Cucine Lube Banca Marche Macerata è campione d’Italia! Dopo un anno di lotte più o meno dure, tanto impegno, sudore, passione e soprattutto cuore, i leoni biancorossi sono saliti sul tetto d’Italia. Lo scudetto arriva in casa Lube come conclusione di una stagione in cui i cucinieri hanno dominato, perseguendo 18 vittorie e 4 sconfitte (tutte al tie-break) e mantenendo inespugnato il Fontescodella. Primi in classifica durante la regoular season, i guerrieri marchigiani hanno chiuso velocemente le semifinali di play-off contro Verona, ottenendo un parziale netto di 3-0. Frattanto Perugia sconfiggeva la Copra Elior a gara 5 e coronava il sogno di giocare la finale scudetto. I Perugini,degni avversari sin dall’inizio, hanno tenuto i biancorossi sul filo del rasoio punto dopo punto, pallone dopo pallone. Gara 1, giocata a Osimo in casa Lube, si conclude al tie-break a favore dei padroni di casa, così come gara 2 al pala evangelisti,anche questa per i padroni di casa. Gara 3 si torna in casa biancorossa, dove i ragazzi di Giuliani disputano un’ottima gara mettendo in cassaforte un prezioso 3-0. A un passo dal sogno tricolore la Cucine Lube Banca Marche Macerata è arrivata a Perugia, determinata a chiudere i conti. Primo set, sebbene molto combattuto, va favore dei padroni di casa (22-25),ma non basta a fermare i cucinieri che rientrano ancora più carichi e determinati a portare a casa lo scudetto. Con tanto cuore, sebbene il grande impegno della Sir Safety, la Lube porta a casa il secondo parziale (25-22) e così anche il terzo (25-21). Manca davvero poco ai ragazzi di Giuliani che affrontano un quarto set durissimo contro una Perugia che non molla nulla. Andando così, punto a punto, si arriva al match point per la Lube, che viene però annullato, come molti altri a seguire da una Sir Safety moto combattiva. Così,palla su palla si arriva al 34-33 per la Lube che chiude il match a muro con Marko Podrascanin (MVP di questa finale) che blocca a muro il magnum Atanasijevic, personaggio centrale dell’avventura perugina. Fischio dell’arbito, fine del match. Lo scudetto è della Lube, i biancorossi sono campioni d’Italia

Federica Paliotti  & Giuliana Spinella (@GiulianaSpinell)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *