Matteo Masum
No Comments

Pagelle Milan-Inter 1-0: De Jong mostruoso, Hernanes spento

Kakà si accende ad intermittenza, Nagatomo dura solo un tempo

Pagelle Milan-Inter 1-0: De Jong mostruoso, Hernanes spento
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Buona la prestazione della retroguardia del Milan nel derby

Buona la prestazione della retroguardia del Milan nel derby

Il Derby della Madonnina è andato al Milan, che si è imposto per 1-0 sui cugini grazie ad una rete di Nigel De Jong al 65′. Diamo i voti ai protagonisti del match.

PAGELLE MILAN

Abbiati 6- L’Inter non calcia mai in porta, lui è attento solo sulle uscite.

De Sciglio 5- In crisi mistica nel primo tempo, quando Nagatomo lo supera che è un piacere. Nella ripresa il giapponesino resta inchiodato nella sua metà campo, consentendo al terzino rossonero qualche sortita offensiva, con esiti mai del tutto convincenti.

Rami 6,5- Icardi è poco assistito, e ciò è una manna per il roccioso difensore di Seedorf, che regge la linea rossonera senza rischiare nulla.

Mexes 6- Qualche sbavatura, ma nel complesso la prestazione è discreta.

Constant 6- I piedi sono sempre quelli del falegname, però l’attenzione e l’impegno non mancano. Basta per meritare la sufficienza. Dall’86’ Abate s.v.

De Jong 8- Il Migliore. A centrocampo randella tutti, non perde un contrasto, è talmente furioso che in uno scontro aereo abbatte pure il gigante Rami. Poi, all’improvviso, sbuca in testa a Cambiasso e spedisce il pallone della vittoria alle spalle di Handanovic.

Montolivo 6- Nessun lampo, ma una buona regia che consente al Milan di tenere il predominio nella zona nevralgica del campo.

Poli 5,5- Tanta corsa e qualche inserimento, ma la prestazione di uno dei tanti ex in campo risulta leggermente sotto tono rispetto ai compagni. Dal 72′ Muntari s.v.

Taarabt 6- Sempre una spina nel fianco per la retroguardia nerazzurra, sebbene l’ex QPR sia meno spumeggiante del solito. Quando parte palla al piede mette paura.

Kakà 6- Partita ad intermittenza per il brasiliano, che però quando si accende illumina San Siro. Un suo splendido tiro dai 20 metri avrebbe meritato il gol, ma la traversa ha salvato Handanovic. Dal 76′ Pazzini s.v

Balotelli 5,5- Spesso finisce ai margini del gioco, e nel primo tempo sbaglia molti appoggi, anche semplici. Cresce nella ripresa, quando pennella sulla testa di De Jong il pallone dell’1-0. Non basta per garantirgli la sufficienza, ma è un passo avanti rispetto a Roma.

PAGELLE INTER

Handanovic 6- Fa quello che può per reggere la baracca nerazzurra. De Jong lo trafigge senza colpe.

Samuel 5- Il muro evidenzia le crepe dovute all’età. Con l’esperienza contiene l’esuberanza degli avanti rossoneri, però contro la velocità di Kakà e Taarabt va spesso in difficoltà.

Rolando 5- Come Samuel, quando lo scontro è fisico fa valere potenza ed esperienza, ma in campo aperto è lento e macchinoso.

Ranocchia 5- I difensori dell’Inter hanno tutti le stesse caratteristiche, che sfortunatamente mal si adattano alle ripartenze degli uomini di Seedorf. Ranocchia non fa eccezione.

Jonathan 4,5- Si vede pochissimo in fase offensiva, mentre dietro Kakà e Taarabt lo fanno diventare matto. Dal 78′ Alvarez 6- Per lui pochi minuti, ma si rende subito pericoloso e dona vivacità alle manovre offensive della squadra di Mazzarri

Cambiasso 5- Prova a farsi valere reggendo il centrocampo dell’Inter, in evidente difficoltà rispetto alle pur semplici geometrie del Milan. Tuttavia il passo non è quello di un tempo, ed anche il Cuchu deve arrendersi. Dal 70′ Guarin 5,5- Tanta voglia di fare e troppa confusione

Kovacic 5,5- Ci mette vivacità, ma spesso le sue giocate risultano inefficaci. La classe c’è ed è cristallina, ma gli manca la concretezza dei grandi campioni, caratteristica che acquisirà ben presto.

Hernanes 4- Dovrebbe accendere le azioni dell’Inter, ed invece esce ben presto dalla partita, per riapparire tre minuti dopo il vantaggio rossonero, quando inventa l’assist buono per Palacio. Peccato che De Jong sia indemoniato, e vada a prendere anche il destro dell’argentino. Troppo poco.

Nagatomo 5,5- Nella prima frazione di gioco è molto intraprendente, e taglia come il burro la fascia presidiata da De Sciglio. Nella ripresa sparisce, inspiegabilmente, dal match.

Palacio 4,5- Troppo poco assistito, si muove molto ma, ovunque vada, trova sempre un rossonero a sbarrargli la strada.

Icardi 4,5- Il gioiellino stavolta non brilla. Stretto nella morsa di Mexes e Rami, avrebbe bisogno di palloni giocabili come ossigeno. I palloni, tuttavia, non arrivano mai. Dall’82’ Milito s.v.

Matteo Masum

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *