Matteo Masum
No Comments

Shock Atletico Madrid: il Levante vince 2-0, Liga riaperta

La squadra di Simeone paga le fatiche di Champions e viene battuto dal Levante, mettendo a rischio la vittoria della Liga

Shock Atletico Madrid: il Levante vince 2-0, Liga riaperta
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Succede di tutto, in questa Liga spettacolare. Accade che l’Atletico Madrid, capolista in campionato e finalista di Champions League venga battuta da un Levante da tempo in vacanza. Accade che il Barcellona resti in corsa, ma che, battendo i Colchoneros al Camp Nou, proprio gli uomini di Martino potrebbero consegnare il titolo nelle mani del Real Madrid. Spettacolo puro in Spagna.

Atletico Madrid al rush finale

L’Atletico Madrid di Simeone viene battuto dal Levante

LA GRANDE BEFFA – Nessuno poteva pronosticare quanto poi si è verificato. Il Levante batte l’Atletico Madrid, riaprendo clamorosamente la Liga. Al 7′ Filipe Luis interviene goffamente su un corner di Diop e mette nella sua porta. E’ l’inizio che non ti aspetti, ma il tempo per riprendersi gli uomini di Simeone lo avrebbero. Ci si mette un arbitraggio scandaloso ed un super Keylor Navas, che compie due miracoli su Raul Garcia ed Alderweireld. Ci si mette anche David Villa, che spara altissimo da pochi passi.

TRA SFORTUNA E BARRAL – Nella ripresa, il Cholo toglie Villa e Raul Garcia per Arda Turan ed Adrian. L’Atletico Madrid continua a macinare gioco, ma Navas è ancora favoloso su Alderweireld. Al 69′, il più classico dei contropiedi condanna la capolista: Casadesus serve al centro dell’area Barral, che fredda Courtois. E’ 2-0 per i padroni di casa. I Colchoneros ci provano ancora, trovando un palo con Adrian nel finale.

Finisce con una sconfitta bruciante il match che avrebbe dovuto lanciare definitivamente l’Atletico Madrid verso il titolo. Ora il Real Madrid, impegnato contro il Valencia, avrà l’occasione di accorciare le distanze, e di agganciare la vetta battendo nel recupero il Valladolid.

Matteo Masum

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *