Simone Gianfriddo
No Comments

Nba, il futuro dei Knicks tra il rinnovo di Melo e la firma di Kerr

Dopo la cena tra Carmelo Anthony e Phil Jackson, si fa sempre più forte la candidatura di Steve Kerr alla panchina dei Knicks; basterà per convincere Melo a rimanere?

Nba, il futuro dei Knicks tra il rinnovo di Melo e la firma di Kerr
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Jackson-Kerr-Anthony, il futuro dei Knicks passerà da loro

Jackson-Kerr-Anthony, il futuro dei Knicks passerà da loro

Sembra oramai legato a doppio filo il futuro di Carmelo Anthony e la nomina al ruolo di Head Coach di Steve Kerr; la stella dei Knicks vuole conoscere il nome del nuovo allenatore prima di prendere in considerazione l’ipotesi di rinnovo , mentre  Phil Jackson cerca di affrettare i tempi per ingaggiare  proprio l’ex guardia di Bulls e Suns come sostituto di Mike Woodson.

ARRIVA KERR, RIMANE ANTHONY? – Martedì sera è andata in scena un interessante incontro  tra il nuovo presidente dei Knicks Phil Jackson e del loro uomo franchigia Carmelo Anthony, Free agent la prossima estate e ancora scottato dalla mancata qualificazione ai Playoff, obiettivo che pareva davvero il minimo sindacale per la squadra di Manhattan. Proprio Manhattan è stato il luogo della cena dove l’ex coach più vincente della storia Nba ha cercato di capire quali fossero le sensazioni della sua stella e delle sue future intenzioni. Secondo le indiscrezioni l’argomento principale pare sia stato  il nodo allenatore; dopo la cacciata di Mike Woodson, il più papabile alla panchina più calda d’America è il commentatore della TNT Steve Kerr. Jackson ha in mente proprio lui come nuova guida della squadra, e lo stesso Kerr ha detto che si riserverà nel prendere una decisione settimana prossima.

Che ne pensa Melo? L’ex Nuggets è l’oggetto dei desideri del prossimo mercato estivo, ma prima di iniziare a prendere in considerazione ogni tipo di discorso sul futuro, vorrebbe conoscere il nome di chi sarà alla guida dei Knicks . La candidatura paventata da Phil Jackson pare però aver fatto storcere il naso allo stesso Carmelo Anthony, il quale nutre dei forti dubbi sull’inesperienza di Steve Kerr. Quest’ultimo, di contro, non vorrebbe  aspettare la decisione dell’ala nativa di Brooklyn prima di sedere sulla panchina del Madison Square Garden.

In questo scenario, Phil Jackson avrà il ruolo fondamentale di mediatore e convincere Anthony a rinnovare ed accettare il nuovo corso di Kerr, cercando la vincere  l’ennesima sfida personale.

Simone Gianfriddo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *