Calogero Destro
No Comments

Juventus, rinnovo Pogba: un matrimonio che s’ha da fare?

I bianconeri hanno formulato una super offerta per cercare di trattenere il gioiellino francese, ma Raiola frena: “Se ne riparlerà dopo il mondiale”

Juventus, rinnovo Pogba: un matrimonio che s’ha da fare?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Pogba, il Paris Saint Germain insiste per averlo

Pogba, il Paris Saint Germain insiste per averlo

La Juve e Pogba, oggi sposi, ma domani chissà: una rima semplice ma efficace, che esprime perfettamente la situazione riguardante il rinnovo del centrocampista bianconero. La società di corso Galileo Ferraris avrebbe già avviato i primi contatti con gli agenti del calciatore, in primis Mino Raiola, ma i rappresentanti del gioiellino francese hanno preso tempo, rendendo la questione rinnovo molto complessa.

LE CIFRE – Attualmente, Pogba, percepisce uno stipendio da 1,5 milioni l’anno ed ha un contratto in scadenza nel 2016: un accordo relativamente lungo, ma non abbastanza per far dormire a sonni tranquilli Marotta&Co. La dirigenza avrebbe offerto all’asso classe ’93 un rinnovo dalle cifre importanti: un ingaggio da 4 milioni all’anno (bonus compresi) con prolungamento fino al 2018 e forse anche l’inserimento di una clausola rescissoria, in grado di cautelare la Juve da eventuali super offerte.

NON C’E’ FRETTA – Ma l’entourage del giocatore, nonostante il cospicuo adeguamento, avrebbe preso tempo, con Raiola che all’uscita dagli uffici della sede bianconera, ha affermato che l’offerta è di quelle importanti, così come la considerazione di cui il suo assistito gode a Torino. Ora, le parti, si rincontreranno fra una decina di giorni e l’intenzione di Raiola sembra chiara: prendere ancora un po’ di tempo e aspettare la fine del mondiale. Dopo la maggiore vetrina internazionale, infatti, le quotazioni di Pogba potrebbero levitare ancor più clamorosamente, il che, per la Juve, non sarebbe per forza uno svantaggio. Un ‘arma a doppio taglio, che a seconda delle prestazioni del “polpo” in Brasile,  potrebbe permettere agli agenti del calciatore di chiedere un rinnovo a cifre ancor più esorbitanti, ma che allo stesso tempo autorizzerebbe la Juve ad aumentare ulteriormente il prezzo del cartellino, comunque sia già alle stelle. Ma se Pogba dovesse disputare un mondiale sottotono, l’attesa si rivelerebbe alleata della Juve: in questo caso, infatti, i rappresentanti del calciatore scenderebbero più agevolmente a patti con la Juve e la società bianconera blinderebbe, praticamente, il suo gioiellino.

Calogero Destro

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *