Antonio Fioretto
No Comments

Napoli: Benitez e il salvagente Coppa Italia

Il Re delle Finali non può sbagliare: battere la Fiorentina per cambiare la stagione

Napoli: Benitez e il salvagente Coppa Italia
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Gonzalo Higuain, punta del Napoli

Gonzalo Higuain, punta del Napoli

Jiddu Krishnamurti, filosofo di origine indiana, una volta disse: “La più alta forma di intelligenza umana è la capacità di osservare senza giudicare“. Il suddetto, poi, morì alla venerabile età di 101 anni. Prendiamo a prestito il suo ideale e ci proviamo. Osserviamo, senza giudicare. Trasportando la trascendenza della filosofia in un mondo mero e a tratti immorale, come quello del calcio. Nella fattispecie, osserviamo e non giudichiamo il Napoli di Rafa Benitez. Osserviamo. E concludiamo che se la gara di domani sera fosse un film, il titolo sarebbe “Crocevia di una stagione“.

Per parlare di fallimento ce ne vuole. O meglio, ce ne vorrebbe in caso di sconfitta degli azzurri. Si, perchè le attenuanti per una stagione non proprio idilliaca sono molteplici: le fameliche Roma e Juventus che han fatto un campionato a parte; un allenatore al primo anno, il quale ha portato nuove idee e soprattutto una mentalità agli antipodi rispetto a quella di Mazzarri; tanti nuovi giocatori, ancora non amalgamati al meglio; gli infortuni di alcuni uomini chiave, come Behrami, Zuniga e Hamsik. Insomma, le difficoltà dell’annata partenopea non possono e non devono oscurare i risultati, comunque importanti, raggiunti da Don Rafè.

Ora, però, c’è la gara più importante. Vincere o perdere fa differenza, una differenza enorme. Le osservazioni (ma anche i giudizi in tal caso), le analisi, le critiche. Tutto, o quasi, dipenderà dall’esito di Fiorentina-Napoli, Finale di Coppa Italia. Di fronte a un napoletano doc, quale Vincenzo Montella, il tecnico spagnolo preparerà i suoi ad una delle gare che più predilige: quelle da dentro o fuori. In  gara secca, Don Rafè è spietato: 8 finali vinte su 14 giocate. Trofei conquistati in giro per l’Europa: 1 Coppa d’Inghilterra,  1 Community Shield, 1 Champions League e 1 Supercoppa Europea con il Liverpool; 1 Europa League con il Chelsea; 1 Coppa Italia e 1 Coppa Intercontinentale con l’Inter; 1 Europa League col Valencia. Da urlo.

Benitez si affiderà all’undici tipo, col solo dubbio legato alla presenza di Gonzalo Higuain. Già, perchè il Pipita è ancora non al top dopo la botta contro l’Inter. Dovrebbe esserci, ma non è assicurato. Per il resto, davanti a Reina spazio a Henrique, Albiol, Fernandez e Ghoulam. A centrocampo, Inler e Jorginho con Callejon, Hamsik e Mertens sulla trequarti. Nella viola mancheranno Neto, Rossi e Gomez per infortunio e Cuadrado per squalifica. Benitez non ha scampo. Deve aggrappare il salvagente e cambiare la stagione.

Antonio Fioretto (@FiorettAntonio)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *