Marco Sciscioli
No Comments

WWE: Bobby “The Brain” Heenan, il manager più “stronzo” della storia

Altro appuntamento con "Le Leggende della Hall of Fame". Oggi si parlerà di Bobby Heenan

WWE: Bobby “The Brain” Heenan, il manager più “stronzo” della storia
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Rieccoci qua. Dopo aver parlato di Andrè the Giant, nella rubrica “le Leggende della Hall of Fame” si parlerà di uno dei personaggi più “disprezzati” della storia di questo sport. Stranamente non si tratta di un lottatore, bensì di un manager, Bobby Heenan.

INIZI – Da sempre grande fan di wrestling, Heenan crebbe tra Chicago e Indianapolis. Da ragazzo era portaborse per i lottatori e vendeva rinfreschi durante gli eventi. La sua prima occupazione importante nel wrestling fu come manager heel nel 1965, quando si faceva chiamare “Beautiful Bobby Heenan”. Bobby era un astuto manager affarista e chiacchierone che però si tramutava in un codardo se il confronto diventava fisico. Bobby “The Brain” Heenan divenne presto il manager di alcuni tra i più talentuosi wrestler del mondo, creando la stable “The Heenan Family”, gruppo di lottatori heel.

AMERICAN WRESTLING ASSOCIATION – Nel 1969, Heenan entrò nella American Wrestling Association (AWA) in qualità di manager e occasionale tag team partner dei The Blackjacks, in seguito inizierà a far da manager a Nick Bockwinkel e a Ray “The Crippler” Stevens, due dei lottatori che trovarono il successo grazia ad Heenan (altri furono Bockwinkel, Lanza e Duncum) . Nell’AWA ci fu il primo prototipo di Heenan Family, che era formata da Bockwinkel, Stevens, Bobby Duncum Sr., e Blackjack Lanza. Heenan fu il primo manager della storia ad avere tra i propri clienti sia il campione mondiale assoluto sia i campioni mondiali di coppia. Durante il feud che contrappose Bockwinkel e Stevens contro The Crusher e Dick the Bruiser, Dick the Bruiser chiamò per la prima volta Heenan con un soprannome che diventerà famoso: “Weasel” (faina, negli Stati Uniti è considerata simbolo di codardia).

All’inizio del 1979, Heenan lasciò la AWA per andare nella National Wrestling Alliance (divisione della Georgia). Tornò a fine 1979 come manager di Nick Bockwinkel, che disputò un match nel 1983 contro un certo Hulk Hogan. Sempre nel 1983 Heenan si infortunò seriamente al collo mentre lottava in Giappone.

Heenan,

Bobby Heenan (a destra) e King Kong Bundy

WORLD WRESTLING ASSOCIATION – Nel 1984, Vince McMahon aveva portato via Heenan dalla AWA per fargli fare da manager a Jesse “The Body” Ventura che per motivi di salute, si ritirò proprio poco tempo dopo l’arrivo di Heenan . Allora diventò il manager di Big John Studd durante il suo feud contro André the Giant, e presto riformò la sua Heenan Family. Durante gli anni di Heenan in WWF, la Heenan Family avrà tra i suoi membri lottatori come Studd, Ken Patera, “Mr. Wonderful” Paul Orndorff, King Kong Bundy, André the Giant, “Ravishing” Rick Rude, gli Islanders (Haku e Tama), Hercules Hernandez, Mr Perfect.

Durante gli anni ottanta, Heenan e la sua Heenan Family ebbero poi un monumentale feud con  Hulk Hogan, lo stesso guidò due sfidanti al titolo di Hogan in due edizioni di WrestleMania, King Kong Bundy nel 1986, e André The Giant nel 1987.  Altro feud importante dell’epoca fu quello che vide Heenan contrapposto a The Ultimate Warrior.

Non riuscì ad essere manager di un campione WWF per diverso tempo, ma ci riuscì quando “Ravishing” Rick Rude sconfisse Ultimate Warrior per il titolo Intercontinentale. Poco dopo, fece conquistare ai Brain Busters il titolo mondiale di coppia WWF, ripetendo l’impresa compiuta nell’AWA (Jimmy Hart ci era riuscito due anni prima). Altri talenti WWF che Heenan portò al successo furono la Colossal Connection (André & Haku) e Mr Perfect, che vinse il primo dei suoi due titoli Intercontinentali.

La crescente popolarità di Heenan in WWF, venne consolidata dall’istituzione di un talk show  dal nome The Bobby Heenan Show, che veniva trasmesso durante “Prime Time Wrestling”.

A causa dei problemi al collo, Heenan si ritirò dall’attività di manager per diventare un “giornalista televisivo”, che non escludeva qualche comparsa in federazione. Quando la WWF ingaggiò Ric Flair, Heenan lo definiva “il vero campione mondiale dei pesi massimi” (all’epoca Flair era ancora campione mondiale dei pesi massimi NWA, ma aveva lasciato la WCW portandosi via la cintura). Heenan fu solo il “portavoce” di Flair, fu Mr. Perfect ad assistere Flair a bordo ring. Alla Royal Rumble 1993, Heenan fece debuttare “The Narcissist” Lex Luger in WWF.

WORLD CHAMPIONSHIP WRESTLING – Nel 1994, Heenan firmò per la WCW come commentatore TV. Anche in WCW Heenan si comportava come un heel, tessendo le

Heenan,

Heenan, in occasione della Hall Of Fame 2007 introduce Nick Bockwinkel

lodi dei “cattivi” e sminuendo i beniamini del pubblico durante le telecronache. La permanenza in WCW di Heenan fu però caratterizzata da forti contrasti con Eric Bischoff e Tony Schiavone.

Nel 1995, Heenan dovette operarsi al collo. Ritornò sulle scene durante l’edizione del 1996 di Great American Bash, per guidare alla vittoria Ric Flair e Arn Anderson contro Steve McMichael e Kevin Greene.

A fine gennaio 2000, la WCW rimpiazzò Heenan come telecronista di Monday Nitro e dei pay-per-view. Continuò a lavorare come commentatore a Thunder con Mike Tenay fino all’aprile 2000. Lasciò la federazione nel novembre seguente.

HALL OF FAME – Viene introdotto nella Hall Of Fame nel 2004, e introduce “Mr. Wonderful” Paul Orndorff (2005) , Nick Bockwinkel (2007), The Blackjacks (come coppia, nel 2006).

Marco Sciscioli

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *