Redazione

Raw Super Show: Laurinaitis out se Show perde

Raw Super Show: Laurinaitis out se Show perde
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

HARTFORD CT, 12 GIUGNO – Un episodio incandescente quello Raw sulla strada per il millesimo, facendo a tutti gli effetti dello show rosso uno dei più longevi della storia americana.

LAURINAITIS & MCMAHON & SHEAMUS – Le intenzioni del Chairman sembrano cristalline, non positive per l’attuale general manager. Laurinaitis è convinto del suo operato, e cerca di deviare le attenzioni di McMahon sul comportamento del pubblico. L’arena vuole il licenziamento. Il vice presidente si definisce uomo d’affari come il suo datore di lavoro. Tesi smembrata da McMahon, prima con le cause legali di Lesnar, poi con la questione Show, tante finanze sperperate imprudentemente. Il geneal manager ci prova diversamente, metendola su un altro piano, ovvero ” l’instaurato rapporto di amicizia con gli spogliatoi “. Il campione dei pesi massimi sardonico ironizza sulle affermazioni di Laurinaitis e chiede a McMahon di licenziarlo. Il Chairman si augura che lo spettacolo si valido, altrimenti sarà cacciato.

SHEAMUS Vs TENSAI – Tensai insegue il riscatto dopo la sconfitta riportata nello scorso episodio di Raw. Lo smeraldo d’Irlanda cerca la reazione, Tensai tradisce nervosismo, difatti persino prima di salire nel quadrato ha scansato in malo modo il maestro Sakamoto. Il match assume sempre più l’assetto di una rissa. Duello fisico, vinto da Sheamus grazie al Brogue Kick. Seconda sconfitta consecutiva per Tensai, che in preda ad una crisi nervosa attacca brutalmente il suo maestro.

LAURINAITIS & MCMAHON & LONG & OTUNGA – Il Chairman non sembra contento dell’andamento iniziale dello show, Laurinaitis deve inventarsi qualcosa per salvare il posto. Sheamus necessita di un avversario in vista di No Way Out, Del Rio è fuori per doppia commozione celebrale, riportata nel match contro Khali a SmackDown!. Il general manager non ha idee, sopraggiunge la Guerrero e propone i suoi assistiti in un triple treat. Long viene chiamato in causa dal general manager e propone un incontro a quattro con eliminazione, i partecipanti Christian, Swagger, Ziggler e Khali. McMahon approva. L’avvocato tenta di proporsi al datore di lavoro come eventuale successore di Laurinaitis. Esplodono i problemi nel backstage, Show aggredisce R-Truth, ed un furibondo Kingston esige un match contro il gigante. Avverrà ed avrà luogo in una gabbia d’acciaio. McMahon sembra condividere l’idea di Laurinaitis.

BRYAN & PUNK & KANE & AJ – L’ex campione dei pesi massimi rilascia dichiarazione scottanti. Ne ha per tutti da Kane a Punk. E’ convinto che AJ stia giocando con il Chicago Made e Kane, entrambi inappetibili. Il campione WWE lascia intendere che ha interesse per AJ, ma soprattutto per la cintura, intenzionato a difenderla. Kane richiama gli avversari, anche lui vuole la corona. La piccola divas, ferma i tre, e dice la sua, sicura di chi vincerà. Laurinaitis irrompe l’idillio e sancisce un teag team inedito AJ e Punk contro Kane e Bryan.

CHRISTIAN VS ZIGGLER Vs SWAGGER Vs KHALI – Il vincitore sarà lo sfidante di Sheamus a No Way Out. Il primo ad essere eliminato è il gigante del Panjabi, le discriminanti lentezza e dimensioni. A seguire Khali è Swagger, che si accanisce sul campione intercontinentale applicandogli una Angle Lock, ma Christian riesce ad uscirne e applica la Killswitch. Ziggler schiena il suo compagno, e affronta l’ultimo alteta che lo separa dal pay-per-view. Christian è affaticato, il ragazzo che se la tira riesce a schienarlo, diventando il contendente numero uno per il titolo dei pesi massimi.

KINGSTON Vs SHOW – Il jamaicano vuole vendicare il compagno R-Truth, attaccato nel backstage da Show. Il gigante è cambiato, e lo si vede anche nella conduzione del match, di fatti sfrutta la struttura della gabbia a suo vantaggio. Show ha anche la possibilità quasi subito di chiudere l’incontro, ma indugia. Kingston rinviene e si serve dell’agilità che lo contraddistingue, tenta di fuggire in tutti modi, ma il gigante è sempre lì a riprenderlo. Arriva anche la Big Finisher, Kingston è steso come una pelle di daino. Show vince per evasione dalla gabbia.

AJ & PUNK Vs KANE & BRYAN – Il Chicago Made è nel ring con il messaggero del male. Il match è preda di sconvolgimenti travolgenti, Punk viene spinto contro il paletto e invonlontariamente dà il cambio alla divas indifesa. AJ fa ancora una volta gli occhi dolci al mostro, gli gira intorno e sbigottendo l’intera arena lo bacia. Kane confuso esce dal ring, dentro Bryan. A Punk basta una mossa dalle corde per vincere.

MCMAHON & LAURINAITIS & SHOW & CENA – Il Chairman lascia intendere le sue intenzioni, gli uomini della sicurezza sono lì per scortare Laurinaitis fuori dal quadrato, dall’arena e dalla WWE. Si intromette Show, qualche parola a favore del general manager, qualche parola sul suo contratto vantagioso. Cena raggiunge il trio, e provoca il gigante. McMahon ascoltando il leader della Cenation, decide di mettere nelle mani di Show il destino del vice presidente. Se Show sarà sconfitto Laurinaitis sarà licenziato. Scatta la rissa, la security non riesce a fermare gli atleti, il tutto degenera, culminando con la Big Finisher stampata sulla fronte di Vince McMahon.

Ivana Asciolla

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *