Nadia Gambino
No Comments

Atletico Madrid, il miracolo di Simeone: dalla zona retrocessione al tetto d’Europa in due anni

Diego Simeone porta i colchoneros in finale di Champions League: il doublete ora non è più un sogno

Atletico Madrid, il miracolo di Simeone: dalla zona retrocessione al tetto d’Europa in due anni
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La Liga ad un passo e la finale di Champion League. Sembra un sogno ma è la realtà.

UN SOGNO LOW COST – L’Atletico Madrid del Cholo Simeone sfiderà il Real di Ancelotti costretto ad inseguire in campionato a -4 che sfiderà in finale di Champions in un duello fratricida. Il sogno è vicino alla realtà e il tutto low cost. Già perchè sembrerà assurdo ma il miracolo di Simeone consiste anche in questo dato e cioè che rispetto ai suoi colleghi, il Cholo ha costruito una squadra fantastica con soli 7 milioni di euro.

Da quando Simeone nel 2011 si è seduto sulla panchina dell’Atletico, dopo aver raggiunto la salvezza con il Catania in serie A, ha fatto un lavoro straordinario sui giocatori a disposizione arrivando oggi, a dare una lezione di calcio e di vita a club ricchissimi che la finale di Champions la vedranno solo in tv, guardando dai teleschermi una squadra che dà spettacolo e che ieri ha asfalatato il Chelsea di Mourinho. Roba da non crederci se facciamo ai Colchoneros due conti in tasca: dopo aver vinto l’Europa League, la Supercoppa Europea e la Coppa del re, nella sessione estiva di calciomercato del 2013 l’Atletico cede Falcao al Monaco per 60 milioni di euro ed acquista David Villa per 2 milioni di euro. Mercato povero per una squadra non certo ricca come le rivali spagnole Barcellona e Real, né come i club che possono contare sui soldoni arabi tipo il Paris Saint Germain.

DIEGO COSTA NUOVO IDOLO – Eppure Simeone, crea dei veri e propri campioni dal nulla e così dopo l’addio di Falcao ecco Diego Costa : 27 reti in campionato, tanto quanto Messi e tre in meno di Ronaldo, insomma leader come due grandi palloni d’oro e 8 pesanti reti in Champions che hanno trascinato i suoi in finale. Insieme a lui David Villa e Arda Turan, Tiago e Koke, Godin e Gabi, nomi che fino a qualche tempo fa non erano famosi quanto oggi dopo il lavoro di squadra fatto da Simeone.

Insomma un autentico miracolo calcistico, un grande capolavoro per Simeone e una lezione di calcio ed economia per tutti.

Nadia Gambino

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *