Giuseppe Landi
No Comments

Pagelle Bayern Monaco-Real Madrid 0-4: Ribery fantasma, Ronaldo monumentale

Il Real Madrid batte con un netto 4-0 il Bayern di Guardiola e accede alla finale. Decisivi Sergio Ramos e Cristiano Ronaldo con una doppietta a testa

Pagelle Bayern Monaco-Real Madrid 0-4: Ribery fantasma, Ronaldo monumentale
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il Real Madrid umilia il Bayern Monaco nella semifinale di ritorno di Uefa Champions League e passa alla finale, aspettando una tra Atletico Madrid e Chelsea. I galacticos passano a Monaco con un 4-0 netto: doppietta di Ramos in apertura, e doppietta di Ronaldo, sempre più capocannoniere di questa Champions.

Frank Ribery esulta dopo un gol

Frank Ribery, il peggiore in campo contro il Real Madrid insieme al compagno Muller

PAGELLE BAYERN MONACO:

Neuer 5.5, un’uscita a vuoto e una buona parata su Coentrao. Non appare sicuro, ma non ha colpe particolari sui gol.

Lahm 5,5, a due volti: bene in fase offensiva, dove prova a scuotere la squadra, male difensivamente, dove Ronaldo fa ciò che vuole.

Boateng 4,5, male come tutta la difesa. Ci capisce poco, e non limita mai il Real.

Dante 4,5, l’unica volta che ferma Ronaldo rischia di ammazzarlo con un brutto intervento. A vuoto spesso, come un pesce fuor d’acqua.

Alaba 5, disastroso in fase difensiva, e inesistente in fase offensiva. Non riesce ad essere sufficiente in nessuno dei compiti che gli vengono richieste.

Kroos 5, in mediana il Bayern soffre tantissimo, e lui si omologa al resto della squadra. Mediocre.

Schweinsteiger 4,5, non costruisce nulla ed è dannosamente falloso in fase di rottura. Male, molto male.

Robben 5.5, prova a saltare l’uomo e creare qualcosa in attacco. Non fa bene, e produce poco (a parte un tiro ad inizio secondo tempo), ma è l’unico a provarci.

Muller 4, a tratti irritante. Non gli riesce nulla, e per lunghi tratti si eclissa. (Dal 72′ Pizarro 5, si fa vedere in una sola occasione ma gioca poco e a risultato già compromesso.

Ribery 4, brutta copia del francese che siamo abituati a vedere di solito. Non salta mai l’uomo, si fa arginare come un esterno di una qualunque squadretta ed è vistosamente nervoso. (Dal 72′ Gotze 5,5, così come Pizarro ha poco tempo e spazio. Ma fa leggermente meglio).

Mandzukic 5, gioca solo il primo tempo, e partecipa comunque alla disfatta bavarese. Ha pochi palloni giocabili, può essere l’unico alibi in una serata nera. (Dal 46′ Javi Martinez 5,5, entra quando ormai è tutto finito, ma dà equilibrio alla sua squadra. E’ utile e tatticamente intelligente, ma serve a poco).

All. Guardiola 4, gioca a specchio contro un Real in cui fanno la differenza gli esterni. La squadra non arriva mai a concludere e non può far nulla per invertire il trend. Da analizzare a mente fredda le sue responsabilità, ma la squadra sbaglia l’unica partita in stagione che non doveva essere sbagliato.

PAGELLE REAL MADRID:

Casillas 6, gioca in una squadra talmente forte che a Monaco di Baviera si permette di fare lo spettatore non pagante, fatta eccezione per qualche intervento semplice.

Carvajal 7, argina senza problemi Ribery, e già per questo merita il sette. Fa bene anche la fase offensiva.

Pepe 6,5, senza sbavature. Partita impeccabile, respinge bene gli attacchi avversari così come Ramos.

Sergio Ramos 8, la partita perfetta. Per un centrale difensivo fare due gol in semifinale di Champions e non sbagliare nemmeno un intervento è paradisiaco. Tocca il cielo con un dito, ma prende i suoi per mano e li porta a Lisbona. (Dal 75′ Varane s.v.)

Coentrao 6,5, non spinge come al solito ma difensivamente è perfetto. Bene così.

Modric 6,5, fa bene le due fasi, imposta e recupera palla sbagliando davvero poco.

Xabi Alonso 6,5, dà ordine e geometrie ad una squadra che sembra girare da sola. E’ un elemento fondamentale, ma per via dell’ammonizione salterà la finale.

Di Maria 7, bravo a fare pressing come gli chiede Ancelotti. Quando può partire si esalta. Benissimo. (Dall’84 Casemiro s.v.)

Bale 6,5, è più veloce della difesa avversaria e quando parte è difficile da fermare. Fa anche assist su Ronaldo.

Benzema 6, per un attaccante quando la propria squadra vince 3-0 e non entra in nessuno dei gol c’è inevitabilmente qualcosa che non va. Ma per stasera non pesa. (Dall’80’ Isco s.v.)

Ronaldo 8, 16 gol in 10 partite basterebbero a descrivere la sua Champions e la sua serata. Realizza una doppietta chiudendo la partita, ed è un treno sulla sinistra, quando non viene fermato praticamente mai. Siamo ormai alla normalità?

All. Ancelotti 8, probabilmente non sarà spettacolare come Guardiola, e alcuni livelli estetici non li raggiungerà mai, ma ha riportato il Real Madrid in finale. Il resto è noia.

Giuseppe Andriani

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *