Antonio Fioretto
No Comments

Calciomercato Juventus, come nel 2001: Lulic e Candreva come Nedved e Salas?

Marotta e Paratici puntano le due frecce di Edy Reja. Servono 30 milioni per averli entrambi. L'asse con la metà biancoceleste della Capitale potrebbe ricomporsi a 13 anni di distanza dall'affare Pavel Nedved

Calciomercato Juventus, come nel 2001: Lulic e Candreva come Nedved e Salas?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Nedved con la maglia della Lazio

Nedved con la maglia della Lazio

Correva l’anno 2001. La Roma vinceva il terzo Scudetto della propria storia. La Juventus, che oramai da tre stagioni non riusciva a trionfare nella massima serie italiana, decide di cedere Zinedine Zidane. E’ l’ affare più costoso della storia del calcio. Per rifondare la squadra, oltre agli acquisti di Buffon e Thuram, i bianconeri puntano su due pezzi forti della Lazio. Nei mesi di Luglio e Agosto, si instaura un vero e proprio asse tra Torino e Roma. Alla fine, Marcelo Salas e soprattutto Pavel Nedved passano alla Vecchia Signora.

CORSI E RICORSI A distanza di 13 anni, la storia potrebbe ripetersi. Le epoche sono totalmente differenti. Questa Juventus, quella di Conte, dei record, dei (quasi) tre Scudetti consecutivi, vive un momento diametralmente opposto a quella allora di Carlo Ancelotti. L’obiettivo, stavolta, non è ripartire da zero. Anzi. Stavolta il mirino è puntato su quell’Europa, nella fattispecie la Champions, che da troppo tempo manca alla società piemontese. Serviranno acquisti di grande caratura, per i quali gli addetti ai lavori juventini si stanno già muovendo: Nani, Sanchez, Mandzukic e Cuadrado sono solo alcuni dei nomi che circolano. In mezzo, un pò come nel 2001, Marotta e Paratici sono pronti a fiondarsi su due gioielli della società biancoceleste. L’asse Torino-Roma (sponda laziale) potrebbe ricomporsi.

CHE TIPI… Il tutto con le dovute proporzioni. Perchè Nedved e Salas erano due campioni. Pavel sarebbe poi diventato, due anni dopo, il migliore al mondo. Oggi, invece, gli identikit corrispondono a Senad Lulic e Antonio Candreva. Questi i nomi sul taccuino di Antonio Conte. Due esterni veri, in grado di far cambiare vestito alla Madama in qualsivoglia momento. Lulic, bosniaco classe 1986, è calciatore più di raccordo, in grado di coprire praticamente tutti i ruoli della fascia sinistra. Gran fisico, tanta corsa e una buona tecnica di base. Candreva, invece, è il leader che stiamo ammirando in questa stagione. Giocatore d’attacco, velocissimo e dotato di un gran tiro. Per lui, tra l’altro, sarebbe un ritorno in bianconero…

Il Mondiale e Lotito. Questi, ad oggi, i principali ostacoli tra la Juve e i due giocatori biancocelesti. Per entrambi servono circa 30 milioni di euro. E il Brasile potrebbe far lievitare le richieste di uno dei Presidenti più ostici della Serie A. Certo, se l’entourage juventino fosse sicuro (a priori) che i risultati fossero sulla falsa riga di quelli del 2001, non si lascerebbe scappare l’occasione. Ma il calcio, in fondo, è bello soprattutto per questo.

Antonio Fioretto

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *