Orazio Rotunno
No Comments

Derby, diavolo preso per le corna: l’Inter giudice europeo del Milan

L'occasione di estromettere i rossoneri dalle competizioni europee è troppo ghiotta: per i neroazzurri ancora l'obiettivo quarto posto in palio

Derby, diavolo preso per le corna: l’Inter giudice europeo del Milan
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Il maestoso stadio Giuseppe Meazza in San Siro

Il maestoso stadio Giuseppe Meazza in San Siro

Sei punti di differenza in campionato, cinque squadre racchiuse in una sola lunghezza per la sesta ed ultima piazza utile per staccare il pass europeo e un obiettivo ancora concreto di arrivare quarti. Ma oltre e sopra tutto questo, la possibilità di essere artefici dell’altrui destino: se l’Inter vince, sbatte il Milan fuori dall’Europa. Viceversa, tutto torna in bilico, anche per i neroazzurri.

L’EUROPA IN UNA NOTTE, DUE DESTINI INCROCIATI – L’Inter arriva alla stracittadina con la tranquillità di chi sa di avere già un piede e mezzo in Europa, ma con la flebile speranza di sorpassare la Fiorentina e guadagnarsi il quarto posto, utile per evitarsi un ulteriore turno preliminare. La motivazione principale nasce però dalla possibilità di decidere le sorti dei rivali cugini e condannarli ad un anno sabbatico esclusivamente fra i confini italici, proprio come quello vissuto dal biscione nel corso di questa tortuosa annata. La mazzata per i rossoneri sarebbe più a livello di immagine che economica, portando l’Europa League fra i 10 ed i 15 milioni e nulla più (se condotta sino alla vittoria finale, s’intende). Anche un pari, in realtà rischierebbe di complicare e non poco i piani milanisti: Torino e Parma lo precedono di un punto, Verona e Lazio sono appaiate ed il seguito del calendario non è dei più semplici. Il diavolo farà visita all’Atalanta priva di obiettivi, vero, ma sempre campo ostico. Ed infine Milan-Sassuolo, anche ieri autore di un ottima prova e capace di incatenare la Juve sul pari per un’ora dopo essere passata in vantaggio. La squadra neroverde potrebbe giungere a San Siro con ancora velleità di salvezza e rendere complicata la sfida dei rossoneri per l’ultima chiamata europea. Sarà un Derby al quale il Milan arriverà consapevole di non poter sbagliare, con tutta la pressione addosso ed un clima non proprio sereno legato ai casi Seedorf e Balotelli. L’esclusione di quest’ultimo dalla formazione iniziale a vantaggio di Pazzini non sarebbe un’ipotesi tanto improbabile.

L’Inter, che ha nuovamente mancato la caccia alla terza vittoria di fila in stagione, si presenta con il ritorno di Juan Jesus, Samuel e Rolando: insomma, formazione tipo per una serata ideale. Quella in cui spedire il Diavolo all’inferno e relegarlo al purgatorio tutto italiano per l’anno che verrà.

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *