Jacopo Gino
No Comments

Pagelle Livorno-Lazio 0-2: amaranto a rischio B, biancocelesti sogno Europa

Livorno-Lazio finisce 2-0 per gli uomini di Edi Reja, che tornano a sognare un posto in Europa. Incubo Livorno, che adesso rischia seriamente di tornare in serie B dopo un solo anno nella massima serie

Pagelle Livorno-Lazio 0-2: amaranto a rischio B, biancocelesti sogno Europa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il match delle 15.00 segna la vittoria della Lazio per 2-0 sul Livorno, grazie alle reti nel primo tempo di Stefano Mauri e nella seconda frazione di Antonio Candreva. Nel Livorno male Bardi che con una papera spiana la strada alla vittoria biancoceleste, nella Lazio migliore in campo Candreva, che continua a trascinare i suoi verso il sogno Europa, ora ad un passo. La Lazio infatti aggancia il sesto posto valido per i preliminari di Europa League, superando il Parma e assestandosi a quota 52 insieme al Torino di Ventura. Situazione sempre più complicata per il Livorno di Spinelli, penultimo in classifica a 25 punti e sempre più a rischio serie B. Di seguito vi proponiamo le pagelle di Livorno-Lazio 0-2.

LIVORNO

Francesco Bardi, portiere del Livorno

Francesco Bardi, portiere del Livorno

Francesco BARDI 5,5 – Brutta indecisione sul gol di Mauri, poi una partita discreta fino al quasi miracolo sul rigore realizzato da Candreva.

Nahuel VALENTINI 5,5 –Primo tempo ottimo, nel secondo escono tutti i suoi limiti e Keita ne approfitta facendolo impazzire. (dal 79’ Elia BRUZZI s.v.).

Leandro RINAUDO 5,5 – Insicuro e impreciso, ma il rigore assegnato alla Lazio per un suo tocco di mano non sta né in cielo né in terra: il braccio è attaccato al corpo e la distanza tra il difensore e il tiratore biancoceleste è minima.

EMERSON 6 – Forse l’unico difensore di livello in questo Livorno, sempre reattivo e presente, leader di reparto.

Paolo CASTELLINI 4,5 – Brutta prestazione, gravi colpe, in compartecipazione con Bardi, sul gol di Mauri. Partita da dimenticare in fretta. (dal 63’ Cristiano PICCINI 5,5 – Spinge di più, ma non crea pericoli).

Leandro GRECO 5 – Non esprime il suo talento, incappa in una giornata no normale nel processo di crescita di un giovane, ma imperdonabile vista la situazione critica della sua squadra. (dal 54’ Ishak BELFODIL 5 – Ennesima prova incolore dell’ex Inter, cercasi la punta di livello assoluto ammirata a Parma).

Marco BIAGIANTI 5,5 – Al ritorno dalla squalifica spinge bene e crea pericoli alla difesa biancoceleste, ma in fase difensiva soffre come tutti i suoi compagni.

Joseph Alfred DUNCAN 5 – Prestazione da dimenticare, mancano i tempi giusti per rendere efficaci le sue evidenti doti in fase di interdizione. Stop nel processo di crescita del centrocampista scuola Inter.

Luca SILIGARDI 5 – Brutta partita anche per lui, che spreca numerose occasioni e risulta spesso appannato.

PAULINHO 5 – Il leader di questa squadra si spegne oggi, complicando ulteriormente la situazione dei labronici.

Djamel MESBAH 5,5 – Buona partenza, inspiegabile il calo nel corso del match.

All. Davide NICOLA 5,5 – Si sperava che il suo ritorno in panchina potesse portare al cambio di rotta decisivo. Per il momento non è così e ormai mancano 3 partite alla fine del campionato, con il pericolo serie B sempre più concreto.

LAZIO

Etrit BERISHA 6,5 – Buona prestazione per l’albanese, che risponde presente sui pochi tiri dei padroni di casa.

Bruno PEREIRINHA 6,5 – Contiene bene gli affondi avversari, risultando sempre attento e in posizione

Michael CIANI 7 – Ottima partita, unisce fisico e tecnica annullando Siligardi e Paulinho.

Lorik CANA 6,5 – Aiutato dalla prestazione perfetta del compagno, sforna un’ottima partita non sbagliando praticamente nulla.

Senad LULIC 6 – Poca roba oltre all’assist per il gol di Mauri. Troppo incostante in alcune frazioni di gioco.

Ogenyi ONAZI 6 – Bene in fase di interdizione, meno in fase di impostazione: c’è da lavorare per crescere ancora. (dal 71’ Alvaro GONZALEZ 6 – buon ingresso per sostenere la squadra nei minuti finali).

Cristian LEDESMA 6,5 – Buona gara per il regista della Lazio, prezioso nelle geometrie che consentono agli uomini di Reja di sviluppare il gioco.

Lucas BIGLIA 6,5 – Finalmente si iniziano a vedere lampi del vero Biglia: l’ex Anderlecht parte bene facendosi vedere anche al tiro. A parte un brutto pallone perso verso la fine del primo tempo, prestazione impeccabile.

Stefano MAURI 6,5 – Un gol e un rigore procurato. Nella prima parte di stagione alla Lazio mancava il suo estro ma, adesso che è tornato, i risultati si vedono e la rincorsa all’Europa continua.

Antonio CANDREVA 7 (IL MIGLIORE) – Ennesima prestazione maiuscola per l’ala della Lazio e della Nazionale: arriva il dodicesimo gol in stagione, battuti i record di Hernanes e Nedved. (dall’81’ Felipe ANDERSON s.v.).

KEITA Baldé Diao 6,5 – Parte in sordina per poi mostrare qualche sprazzo del suo talento nel corso del match. Ma da lui ci si aspetta sempre qualcosa in più, come una giocata decisiva che in questo match è mancata. (dall’88’Brayan PEREA s.v.).

All. Edoardo REJA 7 – L’Europa è veramente ad un passo, solo il Torino adesso dividono Reja dall’ennesimo capolavoro. Grande lavoratore, a Formello trova sempre la giusta tranquillità per compiere le sue magie; senza pensare ai problemi societari e alle contestazioni dei tifosi, trascina la Lazio verso quello che sarebbe un miracolo

Jacopo Gino

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *