Gabriele Gianotti
No Comments

Real Madrid-Osasuna 4-0: impossibile fermare Ronaldo!

Due colpi eccezionali di Cr7 decidono il risultato, condito anche dai gol di Ramos e Carvajal

Real Madrid-Osasuna 4-0: impossibile fermare Ronaldo!
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Real Madrid-Osasuna 4-0: Cristiano Ronaldo fa il fenomeno

Real Madrid-Osasuna 4-0: Cristiano Ronaldo fa il fenomeno

Massimo risultato con il minimo sforzo per un Real Madrid di un altro pianeta rispetto all’Osasuna. Ancelotti lascia infatti in panchina ben cinque elementi rispetto alla squadra capace di battere mercoledì il Bayern Monaco, ma contro i navarri non c’è partita. Protagonista il fuoriclasse portoghese, tra accelerazioni, doppi passi e due meravigliosi gol dalla distanza. Di Sergio Ramos la terza rete a mezz’ora dalla fine, quando il Bernabeu concede la meritata standing ovation a CR7. Chiude il poker un morbido colpo di testa di Carvajal. Prima del calcio d’inizio, spazio per l’emotivo tributo a Tito Vilanova, l’ex tecnico del Barça scomparso ieri dopo una lunga lotta contro il cancro.

PRIMO TEMPO – Match subito in discesa per l’Osasuna al Bernabeu, dove Cristiano Ronaldo piazza la zampata dopo appena sei minuti con un destro dalla distanza deviato in maniera impercettibile, ma decisiva da parte di Arribas. L’improvviso vantaggio merengue stordisce gli ospiti, consentendo alla squadra di Ancelotti di dettare tempi e ritmo di gioco. Tanto possesso palla e qualche giocata veloce orchestrata da Modric e dalla solita potenza del fuoriclasse portoghese per frustrare ogni timido tentativo di reazione degli avversari, che faticano a superare la metà campo. Al contrario, i blancos arrivano alla conclusione con estrema scioltezza, mentre Ronaldo regala colpi spettacolari. Un Ramos particolarmente intraprendente fallisce il raddoppio (per tre volte), così come Marcelo, Modric e Nacho.

SECONDO TEMPO – A mettere in cassaforte i tre punti ci pensa il solito, incontenibile CR7: il missile con cui sigla il 2-0, manda giustamente in estasi il pubblico del Bernabeu, che prima di salutare l’uscita dal campo del suo fuoriclasse ha il tempo di festeggiare il 3-0, realizzato di testa da Sergio Ramos su preciso assist di Di Maria. Nei minuti finali, i blancos calano il poker con Carvajal, bravo a scattare sul filo del fuorigioco per sorprendere Fernandez di testa dopo un preciso suggerimento di Isco. E adesso c’è la partita con il Bayern per un Real indemoniato che punta deciso al triplete. Dopo 34 partite giocate i blancos sono a -3 dall’Atletico capolista, che ha disputato lo stesso numero di gare.

Gabriele Gianotti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *