Gabriele Gianotti
No Comments

Real Madrid-Osasuna: Ancelotti decide per il turnover

Il tecnico del Real Madrid decide di far riposare i suoi pezzi migliori in vista di martedì a Monaco

Real Madrid-Osasuna: Ancelotti decide per il turnover
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Real Madrid-Osasuna: la gara di andata terminò 2-2

Real Madrid-Osasuna: la gara di andata terminò 2-2

Sei punti da recuperare sull’Atletico con una gara in meno e considerando l’impegno dei cugini a Valencia, non è impensabile accorciare in vetta. Però martedì c’è la gara che il popolo madridista attende da anni; basta un pari o una sconfitta con gol a Monaco per tornare in finale di Champions League. E allora è questo il momento del turnover tanto caro all’Ancelotti dei tempi rossoneri. Anche perchè l’avversario che arriva oggi al Bernabéu (ore 20:00) non è dei più forti; l’Osasuna è in serie positiva da quattro gare ma con tre pareggi e solo una vittoria. Secondo peggior attacco della Liga e soprattutto 18 gol subiti nelle ultime 5 trasferte a Madrid, tra cui un 7-1 di due anni fa e il 4-2 della scorsa stagione. Il Real Madrid non prende gol da 3 gare di Liga. Dopo la sconfitta di Siviglia le prestazioni difensive sono cresciute e anche mercoledì contro il Bayern Pepe e Ramos hanno disputato un’ottima gara.

L’Osasuna alterna serie positive a serie negative; prima tre gare senza subire reti, poi cinque sconfitte consecutive segnando appena un gol e subendone 14, poi altre quattro gare senza sconfitte. Questa serie di risultati altalenanti non ha consentito ancora all’Osasuna di abbandonare le zone calde e adesso, con 35 punti, il margine sulla zona retrocessione è di soli tre punti. All’andata a Pamplona i navarri sfiorarono l’impresa con un 2-2 finale che lasciò molti rimpianti più all’Osasuna che al Real, che riuscì a rimontare dal 2-0 in soli dieci uomini.

Real Madrid- Ancelotti fa turnover. In difesa cambio sugli esterni con Nacho a destra e Marcelo, al rientro, a sinistra; come centrali agiranno Ramos e Varane, concedendo un turno di riposo a Pepe; in mezzo al campo stop per Xabi Alonso e Di María sostituiti da Illarramendi e Isco; in avanti il tridente sarà composto da Bale, Morata e Ronaldo, che ha bisogno di minuti per ritrovare la condizione. Fuori quindi Benzema dopo il gol al Bayern ma Morata ha una media gol per minuti giocati veramente impressionante.

Osasuna- Tutti dietro e Riera davanti. Questo più o meno il concetto espresso da Gracia. Assenti ‘el gato’ Silva e Roberto Torres per squalifica, fuori anche Sisi e Lolo. In avanti Armenteros, De Las Cuevas e Cejudo alle spalle del cannoniere della squadra Oriol Riera, 12 gol in questo campionato e tutta la salvezza affidata ai suoi piedi.

Gabriele Gianotti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *