Jacopo Rosin
No Comments

L’Atletico Madrid a Valencia per l’ennesima finale

I Colchoneros impegnati al Mestalla contro l'imprevedibile Valencia; Real Madrid e Barcellona osservatori interessati

L’Atletico Madrid a Valencia per l’ennesima finale
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

L’Atletico Madrid sarà di scena domenica al Mestalla di Valencia per la 35ma giornata di una entusiasmante Liga BBVA, alle battute finali. Tra i protagonisti della corsa a tre verso il titolo, i Colchoneros giocheranno la sfida probabilmente più rischiosa: il Barcellona, in lutto per la scomparsa di Tito Vilanova e sempre distante 4 punti, è reduce da un’importantissima vittoria contro il temibile Bilbao e affronterà un Villareal ormai da tempo privo di energie; al Bernabeu invece, il Real Madrid dovrebbe passeggiare sull’Osasuna, ancora invischiata nella lotta salvezza. Simeone e i suoi scenderanno in campo già consapevoli del risultato delle Merengues e potrebbe quindi essere un’ulteriore pressione da gestire, o una motivazione maggiore in caso di arresto Real.

Juan Antonio Pizzi, tecnico del Valencia

Juan Antonio Pizzi, tecnico del Valencia

L’ANNO DEL VALENCIA – Capace di battere il Barcellona al Camp Nou e di uscire sconfitto, in casa, la settimana dopo con il Getafe: il Valencia è sicuramente una squadra molto imprevedibile. La stagione dei Los Ches può essere considerata decisamente non esaltante in campionato e, con uno scialbo ottavo posto, rischia seriamente di non vedere l’Europa l’anno prossimo. Proprio le competizioni continentali sono la dimostrazione di un anno davvero tra alti e bassi. La squadra di Juan Antonio Pizzi, ex campione d’Argentina con il San Lorenzo, è giunta fino alle semifinali di Europa League, perdendo l’andata giovedì 2 a 0 con il Siviglia, ma con la possibilità di recuperare in casa lo svantaggio nella partita di ritorno, come già fatto contro il Basilea nei quarti. Proprio il match di giovedì potrebbe aver consumato energie importanti in vista dello scontro con l’Atletico Madrid, a caccia dei tre punti. Non è quindi da escludere che Pizzi possa porre l’attenzione dei suoi ragazzi più sulla semifinale europea di giovedì che non su una Liga dall’esito ormai complicato.

SOTTO A CHI TOCCA – L’Atletico Madrid si gioca tutto in questa settimana. Dopo il pareggio casalingo contro la barricata Mourinho, non c’è riposo per Diego Costa e compagni, chiamati ancora a giocarsi tutto ogni tre giorni. L’obbligo dei tre punti costringe Simeone a non poter fare turnover in vista della battaglia di Londra: la conquista del titolo è un obiettivo ritenuto altrettanto importante al Vicente Calderon, che non potrà però dare il suo solito enorme contributo nella sfida contro il Valencia, ne’ tantomeno contro il Chelsea mercoledì. Simeone quindi, non potendo incitare la folla, dovrà contare solo sui suoi ragazzi, sulla difesa meno battuta della Liga, sulla striscia di 8 vittorie consecutive e sulla straordinaria vena realizzativa del bomber Diego Costa, ormai sempre più ritenuto l’Ombre del Partido in casa Atletico. Da sottolineare però che nelle ultime uscite i Colchoneros sono apparsi un po’ scarichi, faticando sia a Getafe che contro l’Eche. Che all’Atletico stia finendo la benzina proprio a pochi metri dal traguardo?

Valencia (4-2-3-1): Guaita; Pereira, Vezo, Mathieu, Bernat; Parejo, Keita; Feghouli, Vargas, Fede; Alcacer; All. Pizzi

Atletico (4-4-2): Courtois; Juanfran, Alderweireld, Godín, Filipe Luís; Koke, Gabi, Tiago, Raúl García; Villa, Diego Costa; All. Simeone

Jacopo Rosin (@JacopoRosin)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *