Vincenzo Galdieri
2 Comments

L’italiano gufa ma non sa: se la Juve esce, il Portogallo ci supera nel ranking

E' nelle mani dei bianconeri il destino della Serie A: se escono, l'italia scivola al quinto posto abbandonando definitivamente i sogni di gloria in vista di un possibile recupero ai danni della Germania. Se vanno in finale, limitano i danni: Italia ancora quarta e forse qualche punticino recuperato sui tedeschi

L’italiano gufa ma non sa: se la Juve esce, il Portogallo ci supera nel ranking
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Juventus-Benfica Ranking Uefa

Juventus-Benfica sarà decisiva per il quarto posto nel ranking Uefa: chi passa, salva la propria Nazione

Gioca la Juve? Speriamo esca: forza Benfica!”. L’italiano medio non juventino, domani, ragionerà cosi. Lo slogan è sempre quello, dall’alba dei tempi, e per un popolo autolesionista come il nostro non poteva essere altrimenti. Non riguarda solo la Juventus, successe anche nell’anno del Triplete nerazzurro: oltre agli interisti, c’era un 20-30% di italiani con un buon livello di cultura sportiva che tifava Inter durante lo splendido percorso targato Mou. Gli altri, obnubilati da non si sa che cosa, si cimentavano in uno degli sport preferiti nel Belpaese: gufare. Perchè si sa: il calcio, purtroppo, in Italia è concepito da 2\3 della popolazione anche come un modo di sfogare le proprie frustrazioni. Se la tua squadra non va avanti in Europa, non deve andare avanti nessun’altra connazionale: gufo, gufo, gufo. Arrivando a tifare per le compagini più improbabili, a costo di non veder vincere i rivali che abitano sul tuo stesso pianerottolo.

GERMANIA, PORTOGALLO: PREGO, SI ACCOMODINO – Ma il 2010 e il 2014 si assomigliano per un paio di motivi. Il primo è che, dopo la splendida impresa dell’Inter, nessun altro in Italia era mai riuscito a spingersi fino alla semifinale di una competizione europea. Ha rimediato la Juventus quest’anno, in Europa League. Che non sarà la Champions, ma assegna esattamente gli stessi punti in chiave ranking. Il secondo punto di contatto tra l’anno dell’impresa nerazzurra e quella del sogno bianconero, è il fiato sul collo di un’altra nazione. A quei tempi, infatti, soltanto il trionfo di Sneijder e soci ci salvò dall’incalzare della Germania, pronta a soffiarci il terzo posto nel ranking. Verdetto soltanto rimandato di un anno, purtroppo, ma l’Inter difese l’orgoglio italiano garantendo alla Serie A una posizione elitaria almeno per un’altra stagione. In maniera diversa, succede lo stesso quest’anno. Perchè Juventus-Benfica è uno scontro diretto per il ranking: chi va in finale di Europa League, garantisce il quarto posto ranking alla propria Nazione per la prossima stagione. Tradotto in soldoni: se vanno avanti i portoghesi, la Serie A scala addirittura al quinto posto. Imbarazzante per quella che è la nostra storia. Sicuri sicuri di voler gufare ancora?

DANNI COLLATERALI – Scoperto l’inghippo – senza vittoria dell’Inter, Italia destinata a scivolare in quarta posizione – qualche gufo cronico, nel 2010, rinsavi’. E si mise a tifare per i nerazzurri, in un atto di improvvisa intelligenza, anche nella speranza di salvare di rimando la propria squadra. Perchè i danni collaterali eventuali sarebbero stati pesantissimi: un posto in meno in Champions League per noi. Come poi accadde, in maniera quasi inevitabile, l’anno dopo. La speranza è che accada lo stesso anche con la Juventus quest’anno. Vorrebbe dire che anche noi italiani cominciamo ad accendere il cervello, ogni tanto. Il crollo fino alla quinta posizione non porterebbe gli stessi danni eventuali del 2010 – il posto Champions l’abbiamo già perso, le squadre in Europa rimarrebbero sei – ma sarebbe una grossa batosta a livello d’immagine e di prestigio. Sarebbe un danno anche in prospettiva futura: superati dal Portogallo, quelle dietro si chiamerebbero Francia e Russia, con possibilità sempre più deprimenti di perdere anche il terzo posto Champions.

STELLE O STALLE? – E dire che l’Italia delle Coppe, quest’anno, è andata meno peggio del solito. Nella stagione in corso infatti siamo andati molto meglio dei portoghesi, ed è grazie a squadre come la Juventus – impeccabile in EL – che possiamo ancora sperare di difendere il quarto posto. Lo scarto per il 2013\2014, al momento, è di circa 3 punti di media a nostro favore, che diventerebbero con vittoria e conseguente approdo in finale della Juventus, domani. Pensate un po’: se la Juve vince, siamo andati addirittura meglio della Germania. I tedeschi, con l’eliminazione del Bayern, si fermano a 14,7 di media. La Juventus domani potrebbe portare l’Italia altri 3 punti, con la possibilità di innalzare la media a 17.1 qualora dovesse vincere la Coppa (+2,4 sulla Germania quest’anno). Picco che – udite udite – potrebbe addirittura farci superare persino l’Inghilterra nella stagione in corso – a patto che il Chelsea non vada in finale di Champions League – consegnandoci il secondo miglior risultato stagionale in Europa dietro l’irraggiungibile Spagna: niente male. Sarebbe importante, perchè ci permetterebbe di recuperare persino qualche punticino sulla Germania (1,7 circa): nel complesso sistema di calcolo UEFA, dall’anno prossimo non verrà più conteggiato il 2009\2010, stagione ottima per noi perchè portò l’Inter a vincere la Coppa dalle grandi orecchie. Insomma, se la Juventus vola in finale, riusciamo a limitare i danni: quarto posto blindato – almeno per quest’anno – e terzo posto distante ma ancora raggiungibile. Con la Juve fuori, l’Italia scivola al quinto ed il terzo – quello che porta 4 squadre in Champions League – diventa una chimera pressochè irraggiungibile. Dipende tutto da Pirlo e soci: soltanto loro possono salvare l’onore di una Serie A sempre più derelitta, che rischia di scivolare definitivamente nel baratro del calcio europeo. Siete sicuri di voler gufare ancora? 

Vincenzo Galdieri
Twitter: @Vince_Galdieri 

Fiorentina: viola spuntati contro il Napoli, Montella nei guai

Berlusconi: “Milan in vendita? Solo fantasie”. Oppure solo necessità?

Derby, diavolo preso per le corna: l’Inter giudice europeo del Milan

Real Madrid, l’ossessione per la decima sta per terminare

Share Button

2 Responses to L’italiano gufa ma non sa: se la Juve esce, il Portogallo ci supera nel ranking

  1. Antonio 30 aprile 2014 at 15:14

    Assolutamente si… loro avrebbero fatto lo stesso… poi non cambia nulla in termini di qualificazioni alle coppe… per l’mmagine dovremmo pensare più a migliorare il nostro calcio che a tifare Juve

    Rispondi
  2. Paolo 30 aprile 2014 at 15:55

    Tifare Juve perchè così il Milan o l’Inter possano andare in CL?
    Ahahaaahaaahhhaa!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *