Davide Luciani
No Comments

Calciomercato Juventus, ecco il piano di rafforzamento dei bianconeri

La Juventus punta a vendere Pogba per trovare il tesoretto necessario a rinforzare la squadra con due-tre giocatori di livello

Calciomercato Juventus, ecco il piano di rafforzamento dei bianconeri
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Alessio Cerci, obiettivo della Juventus

Alessio Cerci, obiettivo della Juventus

Vendere Pogba per creare una Juventus più forte: è questo il piano di mercato dei bianconeri per la prossima stagione. La cessione del centrocampista francese è inevitabile per reperire i soldi necessari a operare nel calciomercato 2014/2015. Pogba, al momento, è in cima alla lista di tutti i maggiori club europei e il prezzo del suo cartellino, valutato 70 milioni di euro, consentirebbe di consegnare a Conte quei giocatori necessari a creare la squadra che dovrebbe tentare l’assalto alla Champions della prossima stagione.

DIFESA – Conte l’anno prossimo ha intenzione di utilizzare con maggior frequenza, soprattutto in Europa. Per questo sono necessari esterni difensivi di corsa. Il primo obiettivo dei bianconeri a riguardo è Lulic, in uscita dalla Lazio e valutato 15 milioni di euro. Il laziale, poi potrebbe essere usato anche come esterno alto in un 4-2-3-1 e questa sua duttilità lo rende uno dei preferiti di Conte. L’allenatore poi, cerca anche un altro centrale, visto. Gli obiettivi dei bianconeri in questo ruolo sono due: Ranocchia e Paletta. Entrambi godono della stima di Conte e si integrerebbero perfettamente negli schemi bianconeri.

CENTROCAMPO – In questo reparto le priorità sono le ali. Difficile che la Juventus reinvesta parte dei soldi di Pogba in un centrocampista di livello, perchè non va dimenticato che un altro centrale i bianconeri lo hanno in casa. Trattasi di Asamoah, trasformato da Conte in ala per mancanza di esterni, ma, nei fatti, centrale puro. Riportando Asamoah al centro le priorità si sposterebbero quindi sugli esterni. Da questo punto di vista, gli obiettivi sono i soliti: Cerci, Nani, Sanchez, Cuadrado e Di Maria. Tutti questi giocatori presentano difficoltà a livello di trattativa o di ingaggio, ma è chiaro che con un tesoretto consistente molti di questi problemi verrebbero meno. Di Maria potrebbe arrivare nel caso in cui Pogba fosse ceduto al Real come parziale contropartita, per Cerci la Juventus potrebbe giocarsi l’altra metà di Immobile con il Torino cui aggiungere una parte di conguaglio, mentre l’ingaggio di Sanchez  dipenderà dalla possibilità che avrà il Barcellona di evitare il blocco di mercato imposto dalla Fifa. Cuadrado, invece, è ancora in comproprietà tra Fiorentina e Udinese. La Juventus ha ottimi rapporti con il club friulano e molto meno con quello viola. Sarà difficile trattare. Il destino di Nani è invece legato alla rivoluzione che la prossima estate dovrebbe coinvolgere lo United. Il portoghese è da tempo nella lista dei partenti, ma potrebbe magari cambiare idea con un allenatore che riesca a stimolarlo. La Juventus, in ogni caso, monitora.

ATTACCO – Ormai tutti sanno che Vucinic e Quagliarella sono in partenza. Incerto è il destino di Osvaldo  e di Giovinco. Detto che sono da valutare eventuali ritorni di giocatori attualmente in  comproprietà o in prestito (non solo Immobile, ma anche Zaza, Berardi, Gabbiadini e Boakye) l’obiettivo bianconero potrebbe essere quello di un altro top player.  Van Persie (vicino ai bianconeri due anni fa), Dzeko, Mandzukic o il baby talento del Real Madrid Morata. Tutti questi, per motivi diversi, sono nella lista cessione dei loro club di appartenenza e la Juventus potrebbe provare a prenderne uno per aumentare il suo potenziale offensivo.

Davide Luciani

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *