Redazione

Pescara, Toro e Samp: le promosse in serie A tra partenze, vecchie stelle e possibili arrivi

Pescara, Toro e Samp: le promosse in serie A tra partenze, vecchie stelle e possibili arrivi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

MILANO, 11 GIUGNO – Pescara, Sampdoria e Torino sono appena tornate in A e non hanno fatto in tempo neanche ad entrare negli spogliatoi, senza incappare in qualche guaio. Ad accoglierle fuori dallo stadio le “grandi predatrici”, che stanno azzannando le nuove arrivate un po’ per volta, stravolgendo le formazioni della scorsa stagione.  Almeno per alcuni siamo nel periodo più lungo dell’anno. Questa categoria è quella dei procuratori dei calciatori, gente scaltra dal piglio imprenditoriale, che in questi giorni vola da una città italiana all’altra, con qualche scalo all’estero per concludere trattative vantaggiose. Come spesso succede poi sono le nuove promosse a pagare le conseguenze di questo business spietato.

Pescara in testa alla classifica delle perdite, con il già ex allenatore Zeman che saluta gli abruzzesi da Roma e tre diamanti della collana pronti a partire. E parliamo dei più brillanti: Immobile, insigne e Verratti. I primi due sarebbero pronti già con il biglietto del treno rispettivamente per Genova e Napoli, Verratti aspetta in stazione quale sarà la sua destinazione. Potrebbe rimanere a casa per giocare in serie A e Stroppa probabilmente sarebbe in grado di valorizzarlo, oppure partire anche lui verso il Vesuvio. Le ultime voci di mercato spifferano infatti l’interessamento di De Laurentis al talento pescarese, anche se la prossima visita del patron sarà per contrattare la partenza di Insigne e intanto Zeman lo vorrebbe nella capitale.

Diversa la situazione a Torino, dove potrebbe partire il difensore centrale Di Cesare, ma sono molte anche le futuristiche operazioni di acquisto. Grosso in difesa piace ai granata, che cercheranno di strapparlo ai cugini bianconeri forse già nei prossimi giorni. Piace anche il centrocampista offensivo della Liga Adelante, Cordoba Borja Garcia Freire, autore di 17 goal nella scorsa stagione, mentre Petrachi sta scandagliando il Sudamerica per trovare qualche talento da allevare in Italia. I possibili nuovi arrivi sono l’esterno destro del Defensor Sporting, Diego Rolan e Gonzalo Bueno, esterno offensivo del Nacional Montevideo.

Più calma la situazione nel ritiro di Bardonecchia della Sampdoria, anche perchè è passato troppo poco tempo dalla promozione nella massima serie, avvenuta lo scorso sabato. Tuttavia non manca la grandinata di grandi notizie, come l’incerto arrivo di Ciro Ferrara al posto di Iachini, che spiegherebbe il “no” sbattuto in faccia al Pescara, anche se sembra più plausibile una sfida tra Gian Piero Gasperini, Gigi Del Neri e Delio Rossi. Infine c’è da segnalare l’incredibile pensiero per il campione che tutti vorrebbero: Alex Del Piero. Il grande ex della Juventus è però intenzionato ad andare all’estero e difficilmente cambierà idea per stabilirsi a Genova. I genovesi dovranno probabilmente rassegnarsi.

Ma cosa faranno le nuove promosse la prossima stagione? È verosimile che Sampdoria e Torino, le due rivali di sempre nelle rispettive città di appartenenza, cerchino di ricostruire un’immagine di prestigio. C’è ancora molto da fare per attrezzare due squadre che siano davvero pronte per competere per le prime posizioni della classifica, ma il grande tifo che accompagna questi due club storici sarà sicuramente un incentivo per alzarsi in piedi e combattere. E poi quest’anno ci saranno di nuovo i derby della Lanterna e della Mole a spolverare un po’ di peperoncino. Cosa accadrà invece al Pescara è difficile a dirsi. La squadra rivelazione della serie B sembrava lanciata ambiziosamente verso la massima serie italiana, ma bisognerà invece attendere le evoluzioni del mercato, per capire cosa rimarrà della formazione abruzzese. Con l’aria che tira, ci si aspetta comunque la rincorsa dell’obiettivo della salvezza, sempre che i delfini non decidano di lasciarci ancora a bocca aperta.

Nicolò Salvatore

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *