Kevin Brunetti
No Comments

Playoff Nba: riscatto Clippers, Warriors asfaltati e serie sull’1-1 | Highlights

Griffin segna 35 punti e trascina i Clippers riscattando la brutta prova di gara 1, Curry si sveglia troppo tardi dopo tre quarti da 1/9 al tiro.

Playoff Nba: riscatto Clippers, Warriors asfaltati e serie sull’1-1 | Highlights
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Come prevedibile i Clippers si riscattano nel proprio palazzetto prima delle prossime due sfide che saranno disputate a Oakland in casa dei Warriors. A trascinare la franchigia di Los Angeles alla vittoria pensa Blake Griffin, dopo la prestazione limitata dai falli di gara 1 Blake si riscatta alla perfezione mettendo a segno ben 35 punti. La vittoria però è arrivata grazie a una eccellente prova di squadra dei Clippers che oltre ai 7 giocatori mandati in doppia cifra ha difeso alla perfezione annullando completamente Stephen Curry per i primi tre quarti.

Los Angeles Clippers-Golden State Warriors 138-98

Che la partita sarà ben diversa da quella vista in gara 1 i Clippers lo mettono bene in chiaro fin dai primi minuti, Blake e compagni infatti sono passati subito in vantaggio senza mai farsi recuperare. Da segnalare il fatto che i Clippers una volta conquistati i 10 punti di vantaggio hanno mantenuto il distacco in doppia cifra per i restanti 36′. I 40 punti di vantaggio finale sono meritatissimi per quanto visto in campo, Clippers abilissimi sia in fase difensiva che in quella offensiva, i Warriors al contrario sono sembrati molto lenti nelle rotazioni difensive e al contrario dell’andata Curry-dipendenti in attacco. La statistica chiave del match è infatti la percentuale al tiro di Steph Curry, a metà terzo quarto il play di Golden State aveva infatti maturato appena un 1/9 al tiro dovuto al costante raddoppio e alla pressione difensiva continua dei Clippers. Dal lato opposto è stata assolutamente strepitosa la prestazione di Blake Griffin che con una serata quasi perfetta da 35 punti, 13/17 dal campo e 9/10 ai liberi ha trascinato la propria squadra alla vittoria finale.

Los Angeles Clippers: Griffin 35, Granger 15, Barnes 13, Turkoglu 13, Paul 12, Collison 12, Jordan 11 Assist: Paul 10, Collison 10 Rimbalzi: Jordan 9

Golden State Warriors: Curry 24, Lee 11, Green 11, Crawford 11 Assist: Curry 8 Rimbalzi: Speights 6, Barnes 6

[youtube]http://youtu.be/TBz-bfb07Cs[/youtube]

PAGELLE LOS ANGELES CLIPPERS:

Griffin 8 – Partita perfetta dopo la brutta prova di gara 1, con questo Blake i Clippers possono volare. Granger 6,5 – Serata fantastica al tiro, segna punti pesanti con il suo 3/4 da dietro l’arco. Paul 7 – Gestisce bene i palloni che gli passano per le mani, oltre agli assist mette a referto anche 5 palle recuperate. Collison 7 – Ottimo lavoro nel servire i compagni, anche per lui sono 10 gli assist a referto. Barnes 7 – Tra i migliori in una bella prova di squadra come quella di oggi. Turkoglu 7 – Serata quasi perfetta al tiro per il turco, 5/7 dal campo di cui 3/5 da tre punti. Redick 6,5 – Non strepitoso come in gara 1 ma la sua è comunque una prestazione più che sufficiente. Crawford 6,5 – Bene in difesa dove recupera tre palloni, buona anche la percentuale al tiro.

PAGELLE GOLDEN STATE WARRIORS:

Curry 5,5 – 1/9 al tiro dopo tre quarti abbondanti è troppo, troppo poco per uno come lui. Deludente nelle prime due uscite di questi playoff, per vincere la serie Golden State ha bisogno che torni ai suoi livelli. Lee 6 – L’unico sufficiente tra i suoi, ma nella pochezza generale di serata ci vuole poco a spiccare. Green 5,5 – In calo rispetto a gara 1, speriamo che il palazzetto di Oakland possa restituirgli il vigore necessario per riscattarsi. Barnes 5,5 – Male al tiro, e in difesa si fa forse bloccare psicologicamente dai 4 falli. Iguodala 5 – Come per Curry anche per lui arriva un’altra brutta prestazione, serve un miglioramento immediato. Thompson 5 – Dall’MVP di gara 1 ci aspettavamo molto di più, forse paga la brutta prova dei compagni, ma sicuramente quello che ha messo in campo non può bastare.

STELLE A CONFRONTO: Assolutamente senza storia la sfida tra Steph Curry e Chris Paul, il play californiano è apparso in una delle sue peggiori serate grazie soprattutto alla strettissima marcatura e al costante raddoppio della difesa dei Clippers. Al contrario CP3 ha gestito benissimo i palloni che gli sono passati per le mani mettendo a referto 12 punti, 10 assist e 5 palle recuperate.

MVP Sportcafe24: Blake Griffin

Kevin Brunetti (@Kevinbrunetti)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *