Simone Viscardi
No Comments

Pagelle Parma-Inter 0-2: Cambiasso tuttofare, Paletta sciagurato

Bene il Parma in avvio, ma Cassano si fa parare il rigore da Handanovic. Nella ripresa rosso per Paletta e vantaggio Inter con Rolando. Chiude Guarin nel finale

Pagelle Parma-Inter 0-2: Cambiasso tuttofare, Paletta sciagurato
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Esteban Cambiasso, uno tra i migliori in campo nella sfida tra Parma ed Inter

Esteban Cambiasso, uno tra i migliori in campo nella sfida tra Parma ed Inter

Al Tardini sfida per l’Europa League tra i padroni di casa di Donadoni e l’Inter di Mazzarri. Ecco i voti dei protagonisti:

PARMA

Mirante Voto 6 – Incolpevole sulle reti ospiti, anche se un portiere dovrebbe ordinare e comandare la retroguardia sulle palle inattive. Attento in tutte le altre occasioni in cui è chiamato in causa – Distratto

Cassani Voto 6,5 – Tappa ogni falla con attenzione, sia da terzino che da centrale di destra, e quando sale fa male. Buona prestazione davanti agli occhi del Ct Prandelli – Candidato

Paletta Voto 5 – Lui deve sperare che il già citato commissario tecnico sia tornato tardi al suo posto dall’intervallo. Già ammonito compie un intervento da dietro sulle caviglie di Palacio, condannando i suoi. In Brasile occorreranno nervi più saldi – Sciagurato

Lucarelli Voto 6,5 – Ultimo baluardo, lotta su ogni pallone anticipando sistematicamente gli attaccanti interisti, spezzando più di un contropiede. La traversa gli nega un meritato pareggio – Arcigno

Molinaro Voto 5,5 – Poca spinta e traversoni ancor più rari. Con Palladino sembra poter prendere le misure a D’Ambrosio, ma si spegne troppo presto – Evanescente (dal 63′Schelotto S.V. – dal 73′Amauri Voto 5 – Il Parma prova a mettergli qualche pallone interessante in area, ma lui non ne vede nemmeno una – Ingabbiato)

Gargano Voto 5,5 – Il Mota ci mette la solita dose di garra uruguagia, ma perde troppi palloni in zone chiave del campo per essere decisivo. Uno dei tanti ex a steccare oggi – Piedi di Marmo

Marchionni Voto 6 – Donadoni lo ha reinventato regista allungandogli la carriera. Lui comanda le operazioni con esperienza in mediana, senza disdegnare qualche sortita offensiva come ai vecchi tempi – Metronomo

Parolo Voto 5,5 – All’andata fu un’ira di dio, oggi invece toppa clamorosamente. Si guadagna il rigore che avrebbe potuto indirizzare in ben altro modo la sfida, ma per il resto combina poco – Avulso

Palladino Voto 6 – Qualche bella intuizione sull’out di sinistra, dove i nerazzurri faticano a chiudere. Esce sul più bello a causa dell’espulsione di Paletta – Interrotto (dal 49′ Felipe Voto 6 – Partita ordinata, se il Parma in inferiorità dietro soffre poco è anche merito suo – Compito)

Biabiany Voto 5,5 – L’Inter prova in tutti i modi a evitare che parta in velocità, e la missione è compiuta alla grande. Palla al piede semplicemente non è un fattore – Arginato

Cassano Voto 6,5 – Il Parma è lui, nel bene e nel male. Gioca da falso nueve, a tutto campo, giostrando con classe un’infinità di palloni. Come la sua squadra però, nel momento in cui andrebbe affondato il colpo (leggi rigore) stecca clamorosamente – Ribattuto

All. Donadoni Voto 6,5 – Lezione di tattica al Tardini, e che i giovani allenatori prendano appunti. Non si abbatte di fronte a ogni avversità, ridisegnando la sua squadra alla grande, sempre all’insegna della mentalità offensiva – Maestro

INTER

Handanovic Voto 7 – Come a Marassi, è lui a togliere le castagne dal fuoco nel primo tempo. Strepitoso su Cassano, prima su un colpo di testa a botta sicura del barese e poi sul rigore ad un passo dall’intervallo – Specialista

Campagnaro Voto 5,5 – Solita tendenza a stringere la posizione, abbandonando al suo destino il proprio esterno. Palladino gli dà qualche grattacapo, migliora nel secondo tempo con l’uscita del campano – Accentrato

Samuel Voto 5 – Troppi falli ingenui per lui, che si fa ammonire immediatamente e pertanto rischia tantissimo quando atterra Parolo in area. Rocchi gli evita la doccia anticipata, Handa che l’errore sia decisivo – Graziato

Rolando Voto 6,5 – Che il suo cartellino venga riscattato, subito. Annulla Biabiany e sblocca un match intricato con la quarta rete stagionale. Peccato per il giallo che gli farà saltare la sfida da ex col Napoli – Rivelazione

D’Ambrosio Voto 5 – L’idea che dà è sempre quella che manchi qualcosina. Per spingere spinge, non c’è che dire, ma senza il guizzo o la giocata capace di creare superiorità numerica – Incompleto (dal 59′ Zanetti Voto 6 – Mazzarri lo getta nella mischia sperando che predichi pazienza ad una squadra troppo disordinata – Leader)

Hernanes Voto 6,5 – Anche quando non illumina particolarmente, trova sempre il modo di essere protagonista. Con la Samp fu un corner, a Parma è la punizione pennellata sulla testa di Rolando, che vale una gran percentuale di Europa League – Decisivo (dall’87’ Guarin Voto 6 – Zittisce le critiche chiudendo il match con un colpo dei suoi – Potente)

Cambiasso Voto 7 – Sembra di essere tornati a 3/4 anni fa. Il Cuchu non è assolutamente finito, domina con classe il centrocampo interista con le sue geometrie e i suoi puntuali inserimenti. Il palo e Mirante gli negano la gioia del gol – Tuttofare

Kovacic Voto 6 – Molto bene in fase di interdizione, chiudendo con puntualità sugli inserimenti dei mediani di casa. Meno buona la fase offensiva, dove perde troppi palloni, per sufficienza o poca lucidità – Sacrificato

Nagatomo Voto 6 – Attento più a coprire su Biabiany che a proporsi, quando lo fa sembra sempre in grado di costruire qualcosa di interessante – Soldato

Palacio Voto 6,5 – Punge nel primo tempo dove sfiora il gol. Meno pericoloso nella ripresa, ma ha il merito di piazzare l’accelerazione bruciante che porta al rosso di Paletta – Scattante

Icardi Voto 5,5 – Sbatte in continuazione sul muro eretto da Lucarelli. Si divora l’incredibile palla del vantaggio all’ultimo istante della prima frazione – Stoppato (dall’81’ Botta S.V.)

All. Mazzarri Voto 6,5 – La sfida è delicata, e la sua Inter non la sbaglia. In questa fase della stagione l’importante è vincere, poco interessa come – Pratico

Simone Viscardi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *