Gabriele Gianotti
No Comments

Manchester City-West Bromwich 3-1: tre argentini decidono la gara

La squadra di Pellegrini grazie a Zabaleta, Aguero e Demichelis demolisce il Wba nel primo tempo

Manchester City-West Bromwich 3-1: tre argentini decidono la gara
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
City-Wba 3-1: partita chiusa già nel primo tempo dagli uomini di Pellegrini

City-Wba 3-1: partita chiusa già nel primo tempo dagli uomini di Pellegrini

All’Etihad finisce 3-1: il Manchester City supera il West Bromwich Albion nel posticipo della 35^ giornata. Grazie alle reti argentine, e tutte nel primo tempo, di Zabaleta, Aguero e Demichelis (inutile il gol di Dorrans per il momentaneo 2-1), la formazione di Pellegrini sale a quota 74 punti, una lunghezza in meno del Chelsea e a -6 dal Liverpool capoclassifica. Il City ha comunque ancora una gara da recuperare, in casa contro l’Aston Villa.

PRIMO TEMPO – Pronti, via, ed è subito City: gran botta di Aguero, spettacolare risposta di Foster, quindi Zabaleta brucia l’immobile difesa del Wba e di testa sblocca il match al 3′. I Citizens partono fortissimo e spingono ancora sull’acceleratore: Aguero sfiora il raddoppio, quindi è Vydra a bucare Hart, ma è tutto inutile: il gol è siglato in fuorigioco. Così è il Kun ad andare a segno, in modo regolare: controllo al limite, destro chirurgico e palla nel sacco per il 2-0 al 10′. Il West Bromwich potrebbe afflosciarsi, ma i ragazzi di Pepe Mel non si perdono d’animo. Al 16′ con un bel contropiede Vydra serve Dorrans che da fuori fulmina Hart e fa 2-1. Sembra che la partita si sia riaperta, ma al 34′ il gol è ancora del City: Demichelis firma la terza marcatura argentina gettandosi in spaccata sugli sviluppi di un corner. E’ il 3-1 con cui si va al riposo, non prima di un salvataggio di Kompany su Sessegnon.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa il Wba cerca di alzare il ritmo, ma ovviamente Aguero e compagni non sono d’accordo. Ne esce un secondo tempo con pochi spunti. Ci prova Dzeko, quindi è Nasri a sfiorare il poker: al 63′ termina il match del Kun, al suo posto ecco Jovetic. Al 70′ brutta notizia per Pellegrini: David Silva, autore di un’ottima prova, è costretto ad abbandonare il campo in barella, sostituito da Milner, per un problema alla caviglia destra apparso da subito abbastanza serio. Senza lo spagnolo e Aguero, a cui va aggiunta l’assenza di Yaya Tourè, il City fa fatica: nel finale il West Brom ha quantomeno il merito di non mollare, ma Hart non corre reali pericoli. Anzi, è Milner ad impegnare Foster in pieno recupero, ma il risultato non cambia.

Gabriele Gianotti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *