Redazione

Mirko Vucinic, ecco i segreti della sua rinascita

Mirko Vucinic, ecco i segreti della sua rinascita
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

TORINO, 22 MARZO – Una partita di sacrificio, tanta corsa e classe al servizio dei compagni e un missile sotto la traversa che neanche ti aspetti. E’ questo il resoconto della gara contro il Milan di Mirko Vucinic, attaccante bianconero sulla cresta dell’onda per aver regalato alla sua squadra la finale di Coppa Italia con un destro terrificante che non ha lasciato scampo ad Amelia.

Ed è proprio quella rete siglata nei supplementari a segnare la svolta per l’attaccante montenegrino. L’amore con la Juventus e con i suoi sostenitori, come del resto tutti i grandi amori, non è stato soltanto “rose e fiori”. Vucinic ha alternato prestazioni da urlo ad altre veramente irritanti che hanno spazientito non poco il tifo della Vecchia Signora. Fino a martedì sera: quell’incredibile gol che ha steso il Milan ha cancellato ogni sorta di rancore nei suoi confronti. E ora Mirko può tornare a sorridere.

[smartads]

Il merito di questa sua rinascita è anche di Antonio Conte. Il tecnico juventino ha continuato a credere in lui nonostante le ultime prestazioni scadenti facendolo sempre sentire importante: e il perseverare prima o poi paga. Sia con il 3-5-2 sia con il 4-2-4, Vucinic è sempre stato impiegato come punta centrale o al massimo come seconda punta, ma mai come esterno. L’ex attaccante della Roma ha finora collezionato 5 reti in 23 partite di campionato: il bottino non è particolarmente ricco, ma l’apporto che il montenegrino sta dando alla squadra a livello tecnico-tattico è preziosissimo e anche contro il Milan ne abbiamo avuto la prova. Corsa, tecnica, palloni al servizio per la squadra: questo Vucinic sa adattarsi ad ogni situazione e gioca per il bene della squadra. E la Juve d’ora in avanti ha a tutti gli effetti un’arma in più su cui contare.

Nicolò Bonazzi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *