Vincenzo Galdieri
No Comments

Mercato Juventus: Conte non firma senza garanzie

L’allenatore dei bianconeri, prima di firmare il rinnovo, avrebbe chiesto maggiori garanzie sul mercato e un ruolo sempre più manageriale, sul modello inglese

Mercato Juventus: Conte non firma senza garanzie
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Antonio Conte, la sua Juventus in Europa stenta

Antonio Conte, la sua Juventus sogna il Double

 Antonio Conte e la Juventus: questo il rebus che si staglia sui tifosi bianconeri ad ogni finale di stagione, ormai quasi da consuetudine. Nonostante l’incredibile stima dell’ambiente Juventus e l’incondizionata stima della società, l’allenatore leccese, per rimanere, avrebbe chiesto maggiori garanzie sul mercato e un ruolo sempre più importante dal punto di vista decisionale.

MERCATO JUVENTUS – Il contraccolpo subito con l’eliminazione dalla Champions è stato molto duro: privando la Juventus di circa 20 milioni di euro è andato ad intaccare il piano quinquennale nato nel 2010 e che prevedeva introiti per un totale di 50 milioni di euro l’anno grazie alla vittoria del campionato e almeno gli ottavi di Champions. Durante il percorso in Europa League, però, i bianconeri hanno già messo in tasca circa tre milioni di euro, e vincendo l’eventuale finale allo Stadium potrebbero incassarne altrettanti. Non saranno cifre esaltanti, ma di certo importanti per ammortizzare l’eliminazione in Turchia. La Juventus è una società sana, ma è chiaro che non può permettersi spese folli per non rischiare di rompere i sottili equilibri di bilancio: allora, per accontentare Conte, potrebbe esserci il sacrificio di un top player ( Pogba o Vidal) per cercare di reinvestire la cifra ottenuta in due o tre colpi di qualità: un esterno offensivo, un difensore centrale di livello internazionale e un laterale difensivo a sinistra.

LA SOCIETA’ –  La società Juventus vuole provare a trattenere Conte a tutti i costi, e accontentandone almeno in parte le richieste sul mercato e garantendogli una progressiva libertà decisionale, (in grado un giorno di portarlo a rivestire un ruolo manageriale all’inglese, o quasi) dovrebbe effettivamente riuscirci. L’ad dei bianconeri, Marotta, ha dichiarato ai microfoni di Sky che il rinnovo è vicino e le due parti si incontreranno dopo risultati importanti, ovvero la vittoria dello scudetto e magari pure dell’Europa League. Intanto il popolo zebrato spera, con il fiato in gola, di non perdere il proprio condottiero: sempre così vicino e acclamato, eppure così sfuggente e lontano.

Calogero Destro

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *