Nadia Gambino
3 Comments

Nazionale: casting attaccanti affollato per il Brasile. Chi la spunterà?

Balotelli non mancherà, salgono le quotazioni della coppia granata Cerci-Immobile. Cassano sotto controllo

Nazionale: casting attaccanti affollato per il Brasile. Chi la spunterà?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Immobile e Cerci i nuovi gemelli del gol del Torino

Immobile e Cerci i nuovi gemelli del gol del Torino

Altro che Messi e Cristiano Ronaldo, quest’anno, complice la crisi che ha impedito alle società italiane grossi colpi di mercato, costringendole a pescare tra i calciatori low cost di casa nostra, sono esplosi i “talentini” made in Italy, ed era ora! Se Verratti infatti è stato acquistato dal PSG, tutti gli altri sono stati riciclati dai club italiani che a causa della crisi hanno rinunciato ai top player. Così i campioncini di casa nostra, hanno sfruttato l’occasione per far emergere tutto il loro talento. A parte la coppia – gol della Juve, formata da Tevez e Llorente, le altre squadre hanno puntato sui giocatori che partiti a fari spenti, si sono meritati pian piano, il plauso di tutti e l’attenzione del ct della nazionale Cesare Prandelli. Mai come quest’anno, la classifica marcatori è ricca di gol “italiani”.

Ricordando Pulici e Graziani, il Torino sogna – A cominciare dall’attuale capocannoniere Ciro Immobile. Insieme a Cerci, l’attaccante di proprietà della Juve in forza al Torino è esploso in un tripudio di gol e assist che fanno di loro i nuovi Pulici-Graziani, facendo sognare la Torino granata. Con i loro 28 gol sono la coppia d’oro del momento. Immobile è davanti a tutti e guarda i vari campioni, a cominciare da Tevez dall’alto verso il basso, meritandosi così la chiamata in nazionale. Il biglietto per il Brasile, in questo momento sarebbe più che meritato.

Balo ha l’unico posto fisso – Tra i sei attaccanti il più sicuro resta sempre lui, Mario Balotelli. Supermario, non è mai stato messo in discussione da Prandelli, che gli ha affiancato dapprima El Shaarawy, ora defilato causa infortuni, poi Giuseppe Rossi, anche lui non ancora recuperato dal grave infortunio. Così in attesa di capire se i due partiranno o meno, oltre a Ciro Immobile, anche Mattia Destro sembra destinato ad essere “arruolato” per la grande avventura. Il suo miglior biglietto da visita, sono i gol: 13 in 17 partite, niente male. Il codice etico di Prandelli, lo ha escluso dallo stage, dopo le quattro giornate di squalifica per il pugno rifilato ad Astori. Prandelli al riguardo è stato lapidario: chi non riesce a mantenere i nervi saldi, non può giocare i Mondiali, dove i cartellini hanno grande peso specifico. Così finisce sotto controllo anche Antonio Cassano, che a Parma sta vivendo una stagione magica e così quando sembrava ormai un escluso di lusso ha saputo riacciuffare la nazionale a suon di gol, assist e comportamento ottimo dentro e fuori dallo spogliatoio.

Gli esclusi di lusso – Totti, Toni e Di Natale, nonostante la montagna di reti, sembrano lontani dalla nazionale per ragioni di età. Grande rispetto per tutti, ma il clima infuocato del Brasile, richiederà grande sacrificio fisico.

Tra gli attaccanti Campioni del mondo Gila è in pole per il Brasile

Tra gli attaccanti Campioni del mondo 2006 Gila è in pole per il Brasile

E quelli con meno chance – Paloschi, Berardi, Immobile, Gabbiadini, Zaza, sono tutti presenti nella mente e nelle idee del mister, così come li ritroviamo anche nella classifica marcatori. Ma forse li rivedremo nel prossimo Mondiale o tra due anni agli Europei, ma quasi sicuramente, non faranno parte di questo gruppo essendo ancora un po’ troppo acerbi pur essendo già titolari fissi nei club di appartenenza. Di strada ne faranno, ne siamo certi. Occhi puntati su Giovinco e Immobile, che però hanno meno possibilità di acciuffare in extremis una maglia azzurra, essendo schiacciati dalla concorrenza.

Assenti e giustificati (dei loro rendimenti altalenanti) saranno Pazzini, che non ha vissuto al meglio quest’annata al Milan e Matri che sembra ormai fuori dal giro della Nazionale. Quotazioni in discesa per Osvaldo, che non sta brillando nella Juve dopo il suo trasferimento dal Southampton. Mentre potrebbe tornare di moda Alberto Gilardino, campione del mondo nel 2006 e ora presente con 14 reti nella classifica dei bomber italiani.

Di sicuro mai come ora la nazionale, ha dovuto fare di necessità virtù e così la crisi ha regalato a Prandelli quello che da anni chiedeva : più fiducia per i giovani, che lo hanno ricambiato con una scorpacciata di reti. Ne gioverà la nostra Nazionale, perchè mai prima d’ora i vari Messi e Cristiano Ronaldo non fanno paura dinanzi alla forza e alla fantasia dell’attacco azzurro.

 Nadia Gambino

Share Button

3 Responses to Nazionale: casting attaccanti affollato per il Brasile. Chi la spunterà?

  1. luigi acunto 16 aprile 2014 at 19:09

    E Insigne? …è figlio di nn……?
    Tirare le volate è il marchio del giornalismo moderno.!!!!
    Bravi,continuate così.
    E’ stomachevole

    Rispondi
    • Nadia Gambino 16 aprile 2014 at 22:29

      di Insigne ne abbiamo parlato, menzionandolo insieme a Giovinco ma per un errore di sistema anzichè Insigne abbiamo riscritto Immobile, del quale abbiamo parlato ad inizio articolo. Tutti meritano rispetto, ma ne partiranno solo 6. Però è giusto ricordare il buono fatto quest’anno da questi campioni!

      Rispondi
    • Orazio Rotunno 17 aprile 2014 at 10:06

      Insigne? E cosa ha fatto Insigne? Due gol su azione in 10 mesi contro chi ne ha fatti 12, 14, 16 e 18? Non scherziamo su. Se si porta Insigne allora c’è speranza davvero per tutti. Giovinco ha giocato 2 partite da titolare contro le 30 di Insigne, ed ha fatto gli stessi gol….

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *