Raffaele Caiffa
No Comments

Atp Montecarlo: sorprese Seppi, Llodra e Gabashvili, avanti i big

Atp Montecarlo, primo turno sorprendente: Seppi butta fuori Youzhny, Gabashvili ha la meglio su Simon, Delbonis perde contro Lu Y-H, Llodra batte Janowicz

Atp Montecarlo: sorprese Seppi, Llodra e Gabashvili, avanti i big
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

All’ Atp Montecarlo è un primo turno ricco di sorprese: Seppi butta fuori Youzhny, Gabashvili ha la meglio su Simon, Delbonis perde contro Lu Y-H, un redivivo Llodra sconfigge Janowicz. Djokovic e Ferrer passeggiano su Montanes e Chardy, esordio con qualche difficile per  Tsonga e Berdych.

Delbonis- Lu Y-H. 0-2 (6-7 1-6)

La prima sorpresa della giornata è l’eliminazione di Delbonis. L’argentino, capace di grandi prestazioni sulla terra battuta, perde contro il trentenne di Taipei, molto combattuto il primo set, con 2 break per parte ed un tiebreak nel finale sfavorevole al ventitreenne  di Azul. Nel secondo set Delbonis sembra scarico e cede agevolmente 2 turni di servizio e match all’avversario.

Andreas Seppi

Andreas Seppi

Seppi- Youzhny  2-0 (6-3 7-6)

Gradita la seconda sorpresa di giornata, dove l’undergdog Seppi elmina Mikhail Youzhny. Non è il Seppi di inizio stagione, insicuro, falloso e poco lucido, è un Seppi in versione “Davis Cup”, come quello ammirato domenica a Napoli, capace di solidità da fondo e colpi di gran classe come il passante sotto le gambe (tweener) dopo l’attacco in loob di  Mikhail. Nel primo set Andreas si porta sul 3-1 per cedere il servizio il turno successivo, il 6° game è quello pi combattuto, il russo sventa ben 5 palle break ma sembra non avere le armi per ribattere sul servizio dell’avversario cedendo il proprio turno di battuta sul 5-3 per Seppi che chiude agevolmente il set 6-3. Di sostanziale equilibrio, invece, il secondo set, dove il russo prova l’assalto decisivo nel decimo gioco ma il numero 35 del mondo per tre volte salva il game tenendo il servizio. Il conteggio delle palle break nel secondo set è 5-2 per l’italiano ma il match resta in equilibrio fino al tiebreak. Andreas dopo una situazione di punteggio sfavorevole si porta 5-2 tenendo a distanza Youzhny fino al termine del match. Ora  per l’altoatesino c’è da sfatare il tabù che lo vuole sempre fuori al secondo turno del Master 1000 di Montecarlo nelle precedenti 8 apparizioni ricordando che Seppi nel 2014 deve ancora vincere 2 match consecutivi. L’avversario sarà Pablo Andujar  ma ci sono buone possibilità di passare il turno dovessimo vedere Seppi scendere in campo con la convinzione e la forma di oggi.

Dimitrov-Granollers 2-1 (6-2 4-6 6-2)

L’emergente Dimitrov perde il secondo set contro Granollers, la superficie è congeniale al gioco pulito e poco falloso dello spagnolo che però si arrende al terzo set a causa anche dei problemi fisici accusati a fine del primo set che lo costringono a movimenti limitati durante tutta la partita. Il match si chiude sul punteggio di 6-2 4-6 6-2. Il bulgaro nel secondo turno incontrerà A.Ramos.

Montanes-Djokovic 0-2 (1-6 0-6)

Partita a dir poco avara di emozioni quella fra il numero 2 del seeding Djokovic e lo spagnolo Montanes che oggi, anche a causa dell’avversario, non è riuscito ad esprimere il suo tennis fatto di corsa e sudore. Bastano 45 minuti per  chiudere la pratica. Un 6-1 6-0 senza storia che ha mostrato il serbo molto centrato sul match: 71% di prime in campo con l’ 83% di realizzazione con 27 vincenti e 16 errori. Novak approda agli ottavi e sembra tutt’ora l’unico che possa limitare lo strapotere di Nadal in questo torneo dopo averlo regolato nell’ultimo torneo di Miami e proprio a Montecarlo nel 2013.

Tsonga-Kohlschreiber 2-1  (6-4 1-6 6-4)

Tirato l’esito del match che vedeva affrontarsi  Tsonga (uscito da poco dalla top 10 dopo anni di permanenza) e il tedesco  Kohlschreiber che sulla terra battuta riesce ad esprimere un gran tennis. Il teutonico inizia male il match perdendo il primo set ma approfitta del calo di rendimento del francese portando a casa il secondo parziale e allungando la partita al 3°.  Il 29enne di Le Mans riesce a strappare il servizio al suo avversario al termine del terzo set vincendo per 6-4 in un match tiratissimo. Tsonga dovrà vedersela con il vincitore del match fra Bautista ed il nostro Fabio Fognini.

Chardy-Ferrer  0-2 (3-6 0-6)

Il Valenciano si sa, sul “lento” ingrana la marcia ed inizia a correre macinando miglia su miglia, diventa allora un avversario temibile per tutti se in buone condizioni fisiche ed oggi lo dimostra al francese Chardy che riesce a conquistare solo 3 games in tutta la partita. Bastano meno di 70 minuti per chiudere un match che si è rivelato una pura formalità per Ferru.

Berdych-Tursunov 2-0 (7-5  6-4)

Precedenti confortanti per Thomas Berdych: 7-1 su Dmitrij Tursunov, ma in avvio di partita il ceco non riesce ad incidere sul match. Equilibrio che domina  fino al 7° gioco dove Thomas deve affrontare 4 palle break, una di queste viene trasformata da Tursunov grazie un errore grossolano di Berdych che affretta la conclusione con uno schiaffo al volo: la palla finisce larga a lato e primo break. La reazione del numero 5 al mondo è immediata e il contro break arriva il turno successivo ma l’impressione è che il match sia più difficile del previsto a causa anche dalla non ottima prestazione di Berdych che riesce comunque a vincere il primo set strappando il servizio al suo avversario sul 7-5. Nel secondo set il ceco trova le misure all’avversario sfiorando più volte il break nel 4° gioco, ma la lotta entra nel vivo e Berdych prima si fa sfuggire il turno di servizio per poi riconquistarlo nuovamente come nel primo set, il match viene chiuso con un break nel turno di servizio di Tursunov. Berdych con qualche affanno di troppo passa al terzo turno.

Risultati degli altri incontri odierni:

Gabashvili-Simon 2-1 (4-6 6-4 6-4)

Janowicz-Llodra 0-2 (4-6 2-6)

Benneteau-Melzer 2-1 (6-4 3-6 6-4)

Carreno-Busta-Dodig 2-0 (6-3 6-3)

Balleret-Garcia Lopez 0-2 (5-7 2-6)

Cilic-Matosevic 2-1 (6-1 3-6 6-2)

Anderson-Monfils 0-2 (4-6 6-7)

Mathieu-Almagro 0-2 (3-6 2-6).

Attesi domani in campo Federer, Nadal e Fognini.

 Raffaele Caiffa

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *