Vincenzo Galdieri

Pagelle Udinese-Juventus 0-2: Giovinco fiabesco, Asamoah infinito

Pagelle Udinese-Juventus 0-2: Giovinco fiabesco, Asamoah infinito
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

I bianconeri vincono ancora e firmano di fatto il terzo Scudetto di fila: Giovinco fenomenale

Asamoah Pagelle Juventus-Livorno

Asamoah, anche ieri grande protagonista in una Juventus sempre più vicina al titolo

La Juventus strapazza anche l’Udinese ed il 2-0 finale suona come una sentenza: lo Scudetto è ormai cosa fatta. Sugli scudi un Giovinco mai visto cosi in forma. Le pagelle:

UDINESE

SCUFFET 6,5 – Ricordiamoci che questo qua è un ragazzino. Sembra un veterano, però. Nessuna colpa sui gol subiti ed una sicurezza che fa spavento. Prandelli, che aspetti?

HEURTAUX 6 – Sicuro e solido, dietro è il più puntuale in assoluto dei suoi. Stagione da incorniciare, nel complesso.

DANILO 5,5 – Ci si aspettava un po’ di più da un elemento di provata affidabilità ed esperienza come lui. Dopo una stagione – la scorsa – giocata su livelli pazzeschi, Danilo ha parzialmente mancato il salto di qualità. Ieri Llorente e Giovinco lo hanno aggirato più e più volte.

DOMIZZI 5 – Giovinco fa di lui quel che gli pare. Serataccia.

BASTA 5 – Le sue puntuali incursioni vengono annullate in maniera chirurgica da Asamoah e Chiellini, che gli fanno vedere i sorci verdi.

YEBDA 6 – Dignitoso e discreto, ha gamba e prova a mettere in difficoltà i centrocampisti della Juventus. Da soli è difficile. Dal 75′ MURIEL 6,5 (IL MIGLIORE) – In venti minuti fa vedere il meglio del suo repertorio. Va vicinissimo al 2-1, ma prende soltanto il palo. Perchè non gioca sempre cosi?

ALLAN 5,5 – Volenteroso, ma non tiene il passo dei dirimpettai. La mediana della Juventus rappresenta il terrore di ogni centrocampo italiano.

PEREYRA 5,5 – Benino all’inizio, poi si sfilaccia.

SILVA 5 – Corsa e confusione. Rimandato.

FERNANDES 5 – Presentato come potenziale spauracchio, forse soffre troppo le aspettative e manca l’appuntamento. Sarà per la prossima volta.

DI NATALE 5,5 – Sprazzi di classe e passo che non è più quello di una volta. Stanco. Dal 79′ LOPEZ sv

All. GUIDOLIN 6 – Manda in campo la migliore Udinese, ma cosa si può fare contro una Juventus del genere?

JUVENTUS 

BUFFON 6,5 – Reattivo nel finale, reattivo quando Pirlo fa l’unico pasticcio del suo campionato e lui deve uscire quasi a centrocampo per sventare la minaccia. Nelle ultime tre stagioni non è mai stato cosi continuo. Ma come fa a migliorare anno dopo anno?

CACERES 6,5 – Più gioca, più tira fuori il meglio. Utilizzato con continuità la sua crescita è stata esponenziale. Il dubbio adesso è questo: come si fa a rispedirlo in panchina?

OGBONNA 6 – Impacciato all’inizio, alla distanza migliora. Ma non sembra ancora entrato al 100% nelle dinamiche Juventus. Ci arriverà, il talento è cristallino.

CHIELLINI 6,5 – Difende, diverte. E si diverte. Le sue sgroppate sono emozionanti, perchè non sai mai quel che può uscirne fuori. L’esempio della determinazione.

LICHSTEINER 6,5 – Quanto corre, quanto è utile, quanto è forte. Finanche lezioso quando dopo una spettacolare azione combinata invece di andare al tiro cerca l’ennesimo assist per la testa di Llorente. Diffidato, viene ammonito al momento della sostituzione per perdita di tempo e salterà il Bologna. Potrà rifiatare. Dal 75′ ISLA sv

PIRLO 6 – Appare quasi appannato in certi frangenti: si, capita pure a lui. Un erroraccio che può costare caro viene rimediato da un Buffon versione libero old style, poi si riprende e torna a dispensare qualità.

POGBA 6,5 – Ha una classe che è qualcosa di stratosferico. A volte sembra che col pallone possa fare ciò che vuole, sorretto anche da un fisico da corazziere. Ha 21 anni. Comincia a fare paura.

MARCHISIO 7 – Uno dei più in forma della Juventus. Corre, ha ritrovato fiducia. Sta tornando essenziale.

ASAMOAH 7 – Bellissimi i suoi ghirigori sulla fascia. Dribbla tutti, a volte pure se’ stesso. E’ rapido, dinamico, eclettico. Buona tecnica, peccato non abbia ancora imparato bene a crossare. Si alleni soltanto su quello e diventerà uno degli esterni migliori al mondo.

LLORENTE 7 – La butta dentro. Sempre lui. Sempre. Comunque ed ovunque. Forza d’urto impressionante, cecchino d’area e non solo. Alla Juventus uno cosi non c’era dai tempi di Trezeguet, l’avremo detto ormai milioni di volte.

GIOVINCO 7,5 (IL MIGLIORE) – Una meraviglia. Il gol dell’1-0 è un’opera d’arte, il resto è addirittura meglio. Mette in mostra in una sera quello che non ha messo in mostra in due anni. Scattante, preciso, bravo al tiro, mostruoso al dribbling. Ha 27 anni, ha ancora il tempo per diventare un campione. Ed il bello è che ne ha tutte le potenzialità. Seba, is possible. Giocando sempre cosi da Formichina si trasformerà in Ape Regina. Deve soltanto crederci. Dall’81’ VUCINIC sv

All. CONTE 7,5 – Famelico. Vince ancora, vince sempre. La Juventus può e deve fare il Double. Con un allenatore e dei giocatori cosi ogni altro risultato equivarrebbe a delusione cocente.

Vincenzo Galdieri
Twitter: @Vince_Galdieri 

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *