Enrico Cunego
No Comments

Eredivisie, 31° turno: Ajax, festa quasi pronta. Super Feyenoord ad Eindhoven

I lancieri battono anche il Den Haag e sono quasi ufficialmente campioni, mentre il Feyenoord ipoteca il preliminare di Champions contro un PSV in affanno.

Eredivisie, 31° turno: Ajax, festa quasi pronta. Super Feyenoord ad Eindhoven
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Eredivisie: Joris Mathijsen, autore del primo gol contro il PSV

Eredivisie: Joris Mathijsen, autore del primo gol contro il PSV

Manca l’ufficialità, ma possiamo dirlo: l’Ajax è per la quarta volta consecutiva campione d’Olanda. Gli ajacidi, infatti, battono con qualche patema il Den Haag (3-2) e rimangono a più 6 sul Feyenoord secondo, forti anche del +9 di differenza reti rispetto alla squadra di Rotterdam che invece sbanca il campo di un PSV in crisi ed ipoteca il preliminare di Champions, anche se il Twente (3-0 al fanalino Roda) non molla. Dice addio alla coppa dalle grandi orecchie il Vitesse in continua risalita l’Heerenveen di Marco Van Basten. In coda sembra ormai segnato il destino del Roda,

PIANI ALTI –  l’Ajax soffre ma alla fine ha la meglio su un Den Haag ormai a pochissimi centimetri dalla salvezza. Bianco-rossi in vantaggio al 42′ grazie ad un colpo di testa dell’ex juventino Christian Poulsen, ma 2 minuti dopo la squadra dell’Aja pareggia a causa di uno autogol di Denswil. Nella ripresa l’Ajax trova le 2 reti fondamentali per portare a casa i 3 punti grazie al diagonale di Klaassen ed al pregevole controllo con tiro a seguire del sudafricano Serero. Nel recupero Beugelsdijk insacca di testa un pallone buono solo per le statistiche. Il Feyenoord coglie una fondamentale vittoria sul campo del PSV , che cade a causa del colpo di testa di Mathijsen al 26′ e del gran destro al volo di Janmaat al 78′. Ennesima stagione da dimenticare per il club della Philips, al terzo ko di fila e con lo spettro degli spareggi per l’Europa League da giocare. Per il Feyenoord, invece, un passo enorme per accedere al preliminare di Champions League. Quattro punti più sotto risponde però presente il Twente, che regola 3-0 un disperato Roda ultimo. Doppietta di Borven e gol dell’ex Ajax Kyle Ebecilio che segnano il pesante passivo per la squadra allenata dall’ex Milan John Dahl Tomasson. La squadra di Enschede che dopo questa brillante vittoria si allontana sempre di più dal Vitesse, ora a -5 dai bianco-rossi a causa del terzo ko nelle ultime 5 gare in quel di Leeuwardeen, dove il Cambuur padrone di casa vince 4-3 e raggiunge una strepitosa salvezza aritmetica. Vantaggio Vitesse al 21′ di Leerdam, ma al 25′ Barto pareggia la gara e 4 minuti dopo proprio Leerdam si avvita di testa per…segnare il gol della rimonta. Vitesse che comunque reagisce ed al 39‘ pareggia grazie ad Atsu. Nel secondo tempo la squadra di Arnhem scende in campo con la convinzione di vincere la gara ed al 56′ ripassa in vantaggio con Bertrand Traorè. Ma in casa il Cambuur è davvero un osso duro e prima Ogbeche e poi Barto ribaltano il  risultato. Vitesse ora in crisi nera e quarto posto a rischio: il PSV è a -1 ma soprattutto l’Heerenveen a -3. I frisoni dimostrano di essere in palla ottenendo la seconda vittoria di fila in casa del Go Ahead Eagles, che cade a causa del colpo di testa di Van Aken ed al tocco sotto porta di Finnbogason, alla rete numero 27 in campionato. La squadra di Van Basten ora crede al sogno dell’Europa League diretta, mentre il Go Ahead nonostante la sconfitta è praticamente salvo.

PIANI BASSI –  Guadagna un punto il NEC Nimega, al penultimo posto con 29 punti e sempre più vicino a giocarsi gli spareggi salvezza. Higdon e compagni ottengono il segno X nella trasferta di Alkmaar, dove un AZ reduce dall’eliminazione ai quarti di Europa League per mano del Benfica trova il vantaggio grazie al 55′ grazie a Gudelj, che trasforma un penalty concesso per fallo di mano de danese Nielsen. Kevin Conboy, trova all’87′ il prezioso pareggio ospite con un colpo di testa in mischia. Al terzultimo posto troviamo l’RKC Waalwjik, che non va oltre l’1-1 casalingo contro uno Zwolle che ottiene il punto valevole per la salvezza aritmetica. Al 57′ un gran tiro a giro da fuori are di Daniel De Ridder porta avanti i padroni di casa, mentre 9 minuti dopo il polacco Klich riporta in parità la gara con un destro da fuori area dopo una lunga azione personale. Momenti difficili anche per un Nac Breda alla terza sconfitta consecutiva contro il Groningen. A Groninga finisce 2-1, con Nick Van der Velden che sblocca la gara in favore dei bianco-verdi al 32′ su calcio di rigore. Pareggio al 73‘ del croato Perica, ma al 92′ un gran sinistro da fuori del serbo Kostic fa esplodere l”EuroBorg” e getta nello sconforto il NAC, che settimana prossima sarà impegnato in un autentico spareggio contro l’RKC al “Rat Verleigh“. Chiudiamo con un altro 2-1, quello dell’Utrecht ai danni dell’Heracles, risultato che salva i padroni di casa aretmaticamente. Le reti decisive per i biancorossi giungono al 19′ ed al 40′ grazie allo zambiano Mulenga ed allo statunitense Agudelo, mentre al 68′ accorcia invano le distanze Roshuevel. Per L’Heracles, quintultimo a 36 punti, la salvezza è vicina ma il prossimo avversario è l’Ajax.

Enrico Cunego

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *