Raffaele Caiffa
No Comments

Il futuro di Hamsik tra Vesuvio, Mazzarri e United

Come vi abbiamo raccontato in un'esclusiva di gennaio, Mazzarri vuole fortemente Hamsik in nerazzurro, ma c'è da battere la concorrenza dello United. Molto dipende dalla volontà del giocatore

Il futuro di Hamsik tra Vesuvio, Mazzarri e United
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Tiene banco nelle ultime ore l’indiscrezione secondo la quale Mazzarri stia cercando di portare il gioiello del Napoli Marek Hamsik in nerazzurro. (QUI LA NOSTRA ESCLUSIVA DI GENNAIO)

Il centrocampista slovacco, partito benissimo ad inizio campionato, ha subìto una brusca frenata dal punto di vista del rendimento e della continuità, causa anche il lungo infortunio di Novembre che lo ha tenuto lontano dal campo per quasi 2 mesi. Il numero 17 azzurro non trova il gol in campionato dalla partita casalinga contro il Catania e le voci di mercato potrebbero minare una situazione mentale già instabile; il Napoli c’è, crea gioco e segna, ma manca la zampata di “Marekiaro” che fino a pochi mesi fa aveva giurato amore eterno alla città e alla maglia.

Il futuro Hamsik, fra Vesuvio, Mazzarri ed United

Il futuro Hamsik, fra Vesuvio, Mazzarri ed United

Il tecnico dell’Inter Mazzarri non ha mai nascosto la sua grande ammirazione per lo slovacco, nel suo libro rivela “in campo vorrei avere 11 Hamsik”, una dichiarazione d’amore dunque, che potrebbe portare la società di Thoir a privarsi di uno fra Guarin o Kovacic più un conguaglio economico da stabilire. Tante sono però le incognite e le problematiche legate al trasferimento del fantasista del Napoli: oltre all’elevato prezzo del cartellino (De Laurentiis si sa, non fa sconti per i suoi gioielli), c’è da battere anche la concorrenza del Manchester United che è molto interessato al giocatore. I Red Devils sarebbero disposti a sborsare circa 31 milioni di euro offrendo in alternativa 15 milioni più il centrocampista Shinji Kagawa. Insomma tante le varianti e tante le prospettive, ma si sa, in questi casi determinante sarà la volontà del giocatore.

Raffaele Caiffa

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *