Matteo De Angelis
No Comments

Ligue 1, corsa salvezza: Ajaccio retrocesso, chi scende in Ligue 2?

Biancorossi bye bye, rischiano grosso Valenciennes e Sochaux

Ligue 1, corsa salvezza: Ajaccio retrocesso, chi scende in Ligue 2?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
L'Ajaccio retrocesso in Ligue 2 dopo tre stagioni

L’Ajaccio retrocesso in Ligue 2 dopo tre stagioni

La Ligue 1 continua a regalare emozioni. Dopo avervi raccontato la scorsa settimana la lotta per le zone europee, ecco quest’oggi un focus sulle compagini impegnate nella corsa salvezza. L’Ajaccio, retrocesso dopo il pareggio con il Bordeaux, è in attesa di scoprire quali club lo seguiranno la prossima stagione in Ligue 2.

BYE BYE AJACCIO – Saluta la massima serie francese l’Ajaccio. E lo fa con ben 5 giornate d’anticipo, in virtù del pareggio casalingo per 1-1 maturato sabato sera contro il Bordeaux. Troppo ampio il distacco di 15 punti dal Guingamp, attualmente quartultimo in classifica a quota 35. Anche qualora i corsi dovessero vincere tutte le restanti gare (cosa assai improbabile, considerando che l’Ajaccio ha ottenuto solo 3 vittorie in tutto il campionato finora) la retrocessione non potrebbe essere evitata. Gli scontri diretti infatti vedono avanti il Guingamp. Dopo tre stagioni piuttosto deludenti (quintultimo posto nel 2012, quartultimo nel 2013 e ultimo – finora – quest’anno) l’Ajaccio torna così in Ligue 2. Al suo posto – quasi certamente – salirà in Ligue 1 il Metz.

SPERANZA DI COPPIA – Se il campionato fosse finito questa settimana a fare compagnia all’Ajaccio sarebbero Valenciennes (penultimo a 29 punti) e Sochaux (terzultimo a quota 30). Partiamo proprio dal Sochaux, con i gialloblù che stanno compiendo una vera e propria impresa. Fino a poco tempo fa infatti i ragazzi di Renard sembravano già spacciati, ultimissimi in classifica addirittura dietro all’Ajaccio. Appena un successo – proprio contro il Valenciennes – nelle prime 18 giornate. Disarmante. Poi il cambio di rotta: è il 21 dicembre quando il Sochaux supera 2-1 il Rennes. Da allora 5 vittorie, 4 pareggi e 5 sconfitte: 19 punti conquistati e salvezza ancora possibile. Il distacco di 5 punti dal Guingamp è ancora ampio e il calendario non è dei più comodi. Ma il Sochaux ci crede e vuole continuare a stupire. Discorso per certi versi simile anche quello del Valenciennes: vittoria all’esordio stagionale con un netto 3-0 al Tolosa, poi 9 sconfitte (7 consecutive) nelle successive 11 gare. Appena 5 punti conquistati in 12 gare. Disarmante, anche in questo caso. Poi una serie di alti e bassi, tre vittorie tra febbraio e marzo e corsa salvezza non ancora compromessa. La sconfitta in casa del Lilla e la contemporanea vittoria del Sochaux sul Tolosa ha fatto scivolare i biancorossi al penultimo posto, scavalcati proprio dai gialloblù. Il calendario sembra però essere più favorevole al Valenciennes, anche se una cosa è certa: il destino non è – attualmente – nelle loro mani.

GUINGAMP E IL TRIO – Al momento salve sarebbero invece Guingamp, quartultimo a quota 35 punti, e il terzetto Rennes-Evian-Montpellier a quota 38. Ammesso e non concesso che Sochaux e Valenciennes non riescano a recuperare più di otto punti a questo trio, la lotta salvezza sembra restringersi a sole quattro squadre. Il Guingamp non vive un gran momento di forma: è reduce da quattro sconfitte consecutive in Ligue 1, ma è in semifinale di Coppa di Francia (appuntamento stasera e domani). I rossoneri sono comunque padroni del proprio destino. E per non retrocedere in Ligue 2 dopo appena una stagione possono sfruttare il calendario: il 26 aprile, tra le mura amiche, ospiteranno il Valenciennes. L’obiettivo è condannarli all’inferno.

Matteo De Angelis

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *